Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

Home > 18-05-2010 n° - Intese - Protocolli

18-05-2010 n° - Intese - Protocolli

Intesa MIUR/OO.SS. 18 maggio 2010
Ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 87 del CCNL 2006/2009 per l'anno scolastico 2010/2011
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’istruzione – Dipartimento per la programmazione

Direzione Generale del Personale scolastico

Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio

 

 

INTESA

 

tra

 

IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA E LE

 

ORGANIZZAZIONI SINDACALI

 

Ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 87 del CCNL 2006/2009

per l’anno scolastico 2010/2011

 

 

 

Articolo 1

Campo di applicazione - destinatari

 

Con il presente accordo, in attuazione delle disposizioni contenute negli artt. 33, 62 e 87 del CCNL 2006/09 del comparto scuola, fatti salvi ed impregiudicati gli accordi da definirsi nel prossimo CCNL, si convengono i valori unitari e i criteri utili per la ripartizione dei fondi come di seguito quantificati, per il pagamento delle funzioni strumentali del personale docente, degli incarichi specifici del personale ATA, delle ore eccedenti le 18 settimanali per le attività complementari di educazione fisica e delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti per l’a.s. 2010/2011.

 

 

Articolo 2

Funzioni strumentali

 

 

La quota complessivamente attribuita per le funzioni strumentali viene distribuita sulla base dei seguenti parametri.

Ad ogni istituzione scolastica:

A) Quota base spettante a tutte le tipologie di scuola esclusi convitti ed educandati

 

 

€ 31.359.000,00

Totale numero scuole: 10.431 rilevato da SIDI

(esclusi Convitti ed Educandati)

 

 

 

B) Quota aggiuntiva spettante ad ogni istituzione scolastica per ogni particolare complessità organizzativa :

 

 

 

€ 14.026.000,00

 

 

 

X numero complessità presenti nella scuola

Totale complessità: 7.085 (rilevato da SIDI)

 

 

A tal fine vengono qualificate come istituzioni con particolari complessità:

§          Istituti comprensivi

§          Istituti di istruzione secondaria di secondo grado

§          Sezioni carcerarie, sezioni ospedaliere

§          CTP

§          Corsi serali

§          Convitti ed educandati

§          Medie annesse ad istituti d’arte e conservatori.

 

C) Quota spettante per la dimensione dell’istituzione scolastica, con riferimento al numero di docenti presenti nell’organico docenti

 

 

 

€ 75.212.333,00

 

 

 

X numero docenti in organico di diritto della scuola

Totale docenti in organico di diritto: 684.287 (compresi docenti di sostegno)

 

 

Articolo 3

Incarichi specifici per il personale ATA

(Art. 62 CCNL 2006/2009)

 

Il finanziamento di € 53.237.118,00 per la retribuzione degli incarichi specifici per il personale ATA viene così ripartito:

 

 

€ 53.237.118,00

 

 

X numero posti in organico di diritto  della scuola

Totale posti in organico di diritto: 198.599

(esclusi DSGA, ex  LSU  e co.co.co)

 

 

 

Articolo 4

Attività complementari di educazione fisica

 

 

Il finanziamento di €60.660.000,00 per i progetti di avviamento alla pratica sportiva viene così ripartito.

Ad ogni singola scuola una quota così determinata:

 

 

€ 60.012.000,00

 

 

X  numero posti di educazione fisica in organico di diritto  della scuola

Totale posti docenti di educazione fisica

in organico di diritto: 19.709

 

 

 

Un’ulteriore quota da assegnare alle scuole di titolarità dei docenti coordinatori provinciali così determinata:

 

 

€ 648.000,00

totale docenti coordinatori delle attività sportive

pari ad uno per provincia: 108

 

 

 

 

L’erogazione delle risorse sarà legata all’effettiva attivazione dei progetti di avviamento alla pratica sportiva.

Le specifiche quote di finanziamento saranno erogate a consuntivo e, comunque, sulla base dei progetti approvati dalle scuole e comunicati agli Uffici Scolastici Regionali competenti entro il 10 ottobre 2010.

Il Ministero, al suddetto termine, avvia il monitoraggio dei citati progetti, il cui esito verrà comunicato entro il 30 ottobre 2010.

Eventuali economie verranno reimpiegate nel medesimo anno scolastico, per le stesse finalità, finanziando i progetti non rientranti nella prima ripartizione finanziaria.

 

 

Articolo 5

Ore eccedenti sostituzione colleghi assenti

(Art. 30 CCNL 2006/09)

 

L’importo di  € 28.500.000,00  destinato alla retribuzione delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti viene così suddiviso per ogni istituzione scolastica:

 

a) alla scuola dell’ infanzia e primaria :

 

€ 9.120.000,00

Totale docenti in organico di diritto

318.520

 

X numero docenti in organico di diritto della scuola

 

 

 

b) alla scuola secondaria:

 

€ 19.380.000,00

Totale docenti in organico di diritto

365.767

 

X numero docenti in organico di diritto della scuola

 

 

 

Articolo 6

Indennità e compensi vari

 

La somma di € 840.000,00 è destinata ad incrementare il FIS per retribuire le indennità per turno notturno, festivo, notturno/festivo, di bilinguismo, di trilinguismo nonché il compenso spettante per l’indennità di direzione (quota fissa e variabile) al personale che sostituisce il DSGA (art. 88 lett. g, h, i, l del CCNL).

La ripartizione avverrà in base alla rilevazione della spesa fermo restando il limite massimo di finanziamento come sopra determinato.

 

 

Articolo 7

Norma finale

 

Il MIUR comunicherà alle OO.SS, con apposita informativa, i dati necessari a definire gli importi unitari sulla base dei criteri sopra concordati non appena disponibili e comunque entro il 1° settembre 2010.

L’ammontare delle risorse assegnate ad ogni singola scuola per il finanziamento degli istituti contrattuali sarà oggetto di apposita informativa alle OO.SS..

L’Amministrazione si impegna a comunicare, agli inizi di settembre 2010, le quote di finanziamento spettanti alle scuole per attivare la necessaria programmazione delle relative attività e le conseguenti contrattazioni integrative a livello di istituto.

Le economie che dovessero verificarsi nell’applicazione della presente intesa saranno oggetto di ulteriore accordo.

Eventuali problematiche che dovessero sorgere nell’applicazione della presente intesa saranno affrontate e risolte dalle parti  in un apposito tavolo di confronto.

 

 

Roma, 18 maggio 2010

 

 

La parte pubblica

Le organizzazioni sindacali

 

 

---------------------------

 

FLC CGIL---------------------------------

 

---------------------------

 

CISL Scuola------------------------------

 

---------------------------

 

UIL Scuola---------------------------------

 

---------------------------

 

SNALS CONFSAL-----------------------

 

---------------------------

 

GILDA UNAMS---------------------------

 

Scadenze di: agosto 2022
<>