Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Rinnovo CCNL Istruzione e Ricerca 2019/2021

Rinnovo CCNL Istruzione e Ricerca 2019/2021

Argomenti trattati: Aran, CCNL, comparto Istruzione e Ricerca,
Prosegue ad oltranza la contrattazione all'Aran

Rinnovo CCNL Istruzione e Ricerca 2019/2021: contrattazione ad oltranza all’ARAN

 

Elvira Serafini:prosegue ad oltranza la contrattazione all’Aran per poter giungere, dopo quasi un anno di trattative,  alla firma del contratto Istruzione e Ricerca.

Lo Snals-Confsal è disposto a chiudere il rinnovo del contratto alle migliori condizioni possibili, senza che vi sia bisogno di note a verbale, sapendo che un contratto è comunque il frutto di una difficile opera di mediazione tra le parti sociali e la parte datoriale pubblica.

(https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid02o57nstNfHEuTmA4mftRNpQNfCVeCJjNBiPM17e873KUSEoTgmaSQACaZtUkTTDD4l&id=100064778766140)

 

Aggiornamento antimeridiano:

 

Apertura trattative settore Scuola

L’Aran ha aperto la riunione invitando le organizzazioni sindacali a porre richieste di modifica od integrazione del testo contrattuale ed in particolare delle parti generali e delle norme comuni.

Per la mobilità si è pervenuti ad una prima intesa per affidare alla contrattazione integrativa nazionale la definizione dei criteri applicativi delle leggi che la regolano.

Sulle relazioni sindacali lo Snals Confsal ha posto l’esigenza di ricomprendere nei criteri di ripartizione delle risorse del fondo dell’istituzione scolastica tutti i finanziamenti che giungono alle scuole, compresi quelle relative alla remunerazione dei tutor e degli orientatori. Per la contrattazione integrativa a livello nazionale abbiamo sollevato la necessità di estendere il confronto anche ai criteri di gestione delle progressioni economiche e dei passaggi tra le aree del personale ata e a quelli generali relativi agli incarichi specifici e ai dsga. Sempre per la contrattazione nazionale abbiamo condiviso la necessità di inserire i criteri per la corresponsione dei compensi per la continuità didattica. Si è pervenuti anche alla condivisione della necessità di avere i dati relativi ai compensi erogati con l’indicazione delle attività retribuite, delle ore previste, delle unità di personale coinvolto e dei totali dei compensi per ciascuna attività. Lo Snals Confsal ha chiesto anche la maggiore condivisione per l’emanazione di circolari dell’Aran.

Sulla formazione del personale docente è stato stabilito che essa avviene, di norma, durante l’orario di servizio, in orario non coincidente con le ore destinate all’attività di insegnamento; nelle attività funzionali all’insegnamento a carattere collegiale di cui alle lett. a) e b) laddove residuino delle ore non utilizzate a tal fine, le stesse possono essere destinate ad attività di formazione obbligatoria del personale docente; le ore di formazione ulteriori rispetto a quelle inserite nelle attività funzionali all’insegnamento a carattere collegiale sono remunerate come attività aggiuntive a carico del fondo. 

Scadenze di: luglio 2024