Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Organici Dirigenti Scolastici - Incontro al MI

Organici Dirigenti Scolastici - Incontro al MI

Lo Snals Confsal ritiene che il confronto sindacale sia lo strumento in grado di tutelare realmente i diritti dei dirigenti scolastici e a tal fine ha chiesto un urgente intervento legislativo per assicurare la totale disponibilità dei posti per i d.s. fuori regione, anche in previsione del prossimo concorso

Si è svolto il 13 aprile presso il Mim, in modalità mista, alla presenza del Direttore Generale del Personale, Dott. Serra, l'incontro di informazione sindacale sugli organici dirigenti scolastici anno scolastico 2023/2024.

Ad inizio incontro il Dott. Serra ha illustrato la bozza di decreto sugli organici dei dirigenti scolastici per il prossimo anno scolastico ed ha poi invitato le OO.SS. presenti ad esporre le rispettive osservazioni. Per il prossimo anno scolastico saranno funzionanti 7960 istituzioni scolastiche, di cui 491 normo dimensionate, secondo i parametri di cui all'art. 1, comma 978, della legge n. 178/2020, come modificato dall'art. 1, comma 343, della legge n. 234/2021, e 153 sottodimensionate, per un totale di 7445 scuole normo dimensionate secondo i parametri di cui all'art. 19, comma 5, del DL n. 98/2011.

Lo Snals Confsal ha espresso le seguenti osservazioni sulla bozza di DM relativo agli organici dei dirigenti scolastici per il prossimo anno scolastico:

-    utilizzare i posti delle autonomie scolastiche in deroga, secondo i parametri di cui all'art. 1, comma 978, della legge n. 178/2020, come modificato dall'art. 1, comma 343, della legge n. 234/2021, per incarichi  ai dirigenti scolastici che chiedono di rientrare nelle regioni di residenza. Se è vero, infatti, che i posti in deroga non incrementano le facoltà assunzionali dell’amministrazione, non ne deriva necessariamente l’impossibilità di conferire incarichi ai dirigenti già a tempo indeterminato

-    utilizzare comunque il numero delle istituzioni scolastiche dimensionate secondo i parametri di cui all'art. 1, comma 978, della legge n. 178/2020, come modificato dall'art. 1, comma 343, della legge n. 234/20, nella base di calcolo della percentuale prevista per la mobilità interregionale;

-    riaprire con urgenza i lavori della Conferenza Unificata Stato-Regioni per l’avvio di piani di dimensionamento regionali con criteri condivisi con l’amministrazione centrale;

Nella replica il Dott. Serra ha assicurato di tenere in considerazione le osservazioni esposte. Lo Snals Confsal ritiene che il confronto sindacale sia lo strumento in grado di tutelare realmente i diritti dei dirigenti scolastici e a tal fine ha chiesto un urgente intervento legislativo per assicurare la totale disponibilità dei posti per i dirigenti fuori regione, anche in previsione del prossimo concorso a dirigente scolastico che rischia di azzerare le possibilità di rientro nelle regioni di provenienza.

Scadenze di: maggio 2024