Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Ricerca: ISTAT - Raggiunta la riduzione della soglia dei concorsi per ricercatore e tecnologo 2018

Ricerca: ISTAT - Raggiunta la riduzione della soglia dei concorsi per ricercatore e tecnologo 2018

Un traguardo dello Snals-Confsal che, operando unitariamente agli altri sindacati, ha canalizzato le giuste aspettative ai tavoli di confronto

Una notizia attesa da mesi dal personale dell’Istat è finalmente giunta: la rimozione del limite degli 80 punti quale soglia minima per l'inserimento in graduatoria (Concorsi 2018 per ricercatore e tecnologo di III livello).

La soglia passa da 80 a 50 punti, superando il paradosso in cui si trovavano alcuni colleghi che, pur avendo svolto prove scritte e un orale eccellenti, in presenza di titoli bassi, non avrebbero potuto raggiungere neanche l'idoneità.

Fin dal suo insediamento, il direttore del personale si è mostrato disponibile all’ascolto e alla possibile rimozione del limite. Tuttavia ci sono voluti più di sette mesi per raggiungere il traguardo.

Un traguardo che è prima di tutto dei lavoratori coinvolti, che dopo quattro anni di attesa, possono auspicare di rientrare nella rosa dei vincitori.

Un traguardo dello Snals-Confsal che, operando unitariamente agli altri sindacati, ha canalizzato le giuste aspettative ai tavoli di confronto.

Un traguardo dei lavoratori tutti, che nel corso delle ultime assemblee, hanno appoggiato la lotta portata avanti in modo determinato dai colleghi coinvolti.

Questo risultato dà slancio all’azione sindacale per chiedere all’Amministrazione di affrontare e risolvere ora una nuova battaglia: la grave questione dell’anomala permanenza di livello. Chiediamo uno scorrimento totale di tutte le graduatorie, di proseguire e incrementare le assunzioni di nuova forza lavoro, di riconoscere a tutti il lavoro svolto sempre con spirito di servizio valorizzando le carriere di chi lo merita.

Lo Snals-Confsal proseguirà a difendere le giuste aspettative dei lavoratori.

Scadenze di: gennaio 2023