Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Ricerca: CREA - Informativa sulle stabilizzazioni

Ricerca: CREA - Informativa sulle stabilizzazioni

Lo SNALS-CONFSAL ha chiesto all'Amministrazione CREA di destinare alle procedure concorsuali tutte le risorse che il Piano Triennale di Fabbisogno di Personale 2022-2024 aveva previsto per le procedure di stabilizzazione

Lo scorso 17 ottobre si è svolta un’informativa sulle procedure di stabilizzazione al CREA.

Il Direttore generale, Stefano Vaccari, ha comunicato di aver avviato una consultazione con la Funzione Pubblica su quanto previsto dalla normativa sui processi di stabilizzazione, da cui sono emerse delle sostanziali novità.

L’Art. 20 comma 1 della legge 75 del 25 maggio 2017 indica, per avviare il processo di stabilizzazione, i termini perentori del possesso dei requisiti (contratti di ricerca a qualunque titolo, per un periodo di 36 mesi) al 31/12/2017. Il CREA ha stabilizzato tutti i Ricercatori/Tecnologi, CTER e OPTEC aventi i titoli a quella data, mentre sono rimasti esclusi soltanto gli amministrativi. L’Amministrazione sta verificando con la Funzione Pubblica se ci sono le condizioni per far rientrare nella stabilizzazione gli 11 CAM rimasti esclusi dalla precedente tornata. Pertanto, solo per i collaboratori amministrativi sarà possibile effettuare la stabilizzazione, previa autorizzazione da parte della Funzione Pubblica.

Per gli altri profili, ovvero Ricercatori, Tecnologi e Collaboratori Tecnici, si prevedono soltanto concorsi, che potranno essere espletati nel 2023 secondo il Piano Triennale 2023-2025. Al riguardo lo SNALS-CONFSAL ha chiesto all’Amministrazione CREA di destinare a tali procedure concorsuali, in forma aggiuntiva, tutte le risorse che il Piano Triennale di Fabbisogno di Personale 2022-2024 aveva previsto per le procedure di stabilizzazione.

Scadenze di: gennaio 2023