Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Pensionandi 2022. Dopo la legge di bilancio

Pensionandi 2022. Dopo la legge di bilancio

Cessare con quota 102, con opzione donna contributivo o per raggiunti limiti di età?

-    CESSARE CON QUOTA 102 o PER RAGGIUNTI LIMITI DI ETA’?

La legge di Bilancio 2022, introducendo Quota 102, ha di fatto dato la possibilità di pensionamento a coloro che non avendo raggiunto i 38 anni di contribuzione previsti per Quota 100 al 31.12.2021 e, avendo ampiamente maturato il requisito anagrafico dei 62 anni di età, non hanno potuto chiedere il pensionamento con tale tipologia. Quota 100 richiedeva il raggiungimento al 31.12.2021 di ambedue i requisiti: 38 anni di contribuzione e 62 anni di età.

Costoro, entro il 28.02.2022, possono presentare domanda usufruendo di Quota 102, se al 31.12.2022 matureranno i 38 anni di contribuzione e 64 anni di età.

Premesso che, nella decisione del pensionamento, intervengono motivi personali, familiari, economici e quant’altro, possiamo  dare indicazioni di solo carattere economico a coloro che si apprestano a decidere il pensionamento con Quota 102.

I consulenti provinciali Snals, utilizzando il nostro programma pensioni, aggiornato con la nuova Irpef 2022, potranno fornire agli iscritti che lo richiedano la loro personale ipotesi pensionistica.

Sono stati predisposti dei calcoli, riportando i meri dati economici del confronto tra il pensionamento con Quota 102 dall’1.9.2022 e l’eventuale futuro pensionamento per raggiunti limiti di età che avverrà tra tre anni, quindi dall’1.9.2025.

Il prospetto riporta per le varie qualifiche, secondo le date del pensionamento, gli importi spettanti al netto Irpef della pensione mensile e della buonuscita. L’esempio è basato su un soggetto (uomo o donna) in ruolo dall’1.9.1986 al quale sono stati riconosciuti 2 anni di pre ruolo ai fini della carriera.

Per i D.S.G.A., il cui inquadramento in tale qualifica è avvenuto dall’1.9.2000, il servizio precedente è stato ipotizzato come Responsabile Amministrativo.

 

-    CESSARE CON OPZIONE DONNA CONTRIBUTIVO O PER RAGGIUNTI LIMITI DI ETA’?

La legge di Bilancio 2022 ha prorogato al 31.12.2021 la possibilità di pensionamento per le donne che a tale data hanno raggiunto i 35 anni di contribuzione e maturato i 58 anni di età. Costoro potranno andare in pensione, presentando domanda entro il 28 febbraio 2022, dall’1.9.2022.

Premesso, come già riportato per Quota 102, che nella decisione del pensionamento intervengono motivi personali, familiari, economici e quant’altro, vogliamo di seguito fornire indicazioni utili per una eventuale scelta.

Considerando che il personale femminile del comparto scuola, scegliendo tale ipotesi pensionistica, avrà il calcolo totalmente contributivo, quindi penalizzante, abbiamo pensato di fornire delle indicazioni “economiche” per valutare la scelta pensionistica.

E’ stato predisposto un prospetto  nel quale vengono riportati i “meri dati economici” del confronto tra il pensionamento con Opzione Donna Contributivo e l’eventuale futuro pensionamento per raggiunti limiti di età che avverrebbe tra sei anni, quindi dall’1.9.2028. Per fornire un ulteriore “mero dato economico” è stato elaborato anche “l’importo pensionistico teorico maturato con il sistema misto alla data del 31.08.2022”.

Il prospetto si riferisce ad una situazione specifica secondo i dati riportati e non può soddisfare l’intera casistica. I consulenti provinciali Snals, utilizzando il programma pensioni, potranno fornire agli iscritti che lo richiedano la loro personale ipotesi pensionistica. 

 

Pertanto invitiamo gli interessati a contattare le nostre Segreterie provinciali reperibili al link https://www.snals.it/struttura-territoriale.snals

Scadenze di: maggio 2022