Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Ricorso al giudice del lavoro per l'inserimento dei laureati con 24 CFU nelle seconde fasce delle graduatorie di istituto

Ricorso al giudice del lavoro per l'inserimento dei laureati con 24 CFU nelle seconde fasce delle graduatorie di istituto

Sentenze favorevoli emesse dai GDL del Tribunale di Roma, del Tribunale di Cassino e del Tribunale di Siena che riconoscono il valore abilitante della laurea se congiunta al possesso dei 24 crediti formativi (CFU).

 

Roma lì 30settembre2019

Prot. 331-Segr/ES/UL/24CFU Inserim. IIfascia Grad.Ist.

 

 

Oggetto:        RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO PER L’INSERIMENTO DEI LAUREATI CON 24 CFU NELLE SECONDE FASCE DELLE GRADUATORIE DI ISTITUTO

 

 

Sono state pubblicate le prime sentenze favorevoli emesse dai GDL del Tribunale di Roma, del Tribunale di Cassino e del Tribunale di Siena, sezione lavoro che, nonostante le sentenze negative del TAR Lazio ad oggi appellate dinanzi al Consiglio di Stato, riconoscono il valore abilitante della laurea  se congiunta  al possesso dei 24 crediti formativi (CFU).

 

Quindi, al fine di tutelare gli interessi di tutti coloro che ad oggi sono lesi delle disposizioni ministeriali, le Segreterie Provinciali potranno organizzare un’azione dinanzi al Giudice del Lavoro competente territorialmente per ottenere l’inserimento in «seconda fascia» e, quindi, per la disapplicazione dei provvedimenti ministeriali lesivi (D.M. n. 374/2017).

 

L’Ufficio Legale predisporrà alle Segreterie che lo richiederanno, la bozza del ricorso unitamente ai testi delle sentenze dei Tribunali che hanno accolto i ricorsi.

 

La sentenza del Tribunale di Roma può essere consultata nelle strutture territoriali di appartenenza.

 

Cordiali saluti.

 

SNALS  CONFSAL

F.to Elvira Serafini

Scadenze di: marzo 2024