Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 16-05-2007 n° - Regionali - Provinciali

16-05-2007 n° - Regionali - Provinciali

Argomenti trattati: Regionali - Provinciali,
Contratto Integrativo Regione Marche per i Dirigenti Scolastici

CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE PER LA REGIONE MARCHE

CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE PER LA REGIONE MARCHE

RELATIVO ALLA DIRIGENZA SCOLASTICA – AREA V

 

L’anno 2007, il giorno 16 maggio 2007, in Ancona , presso la Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche di Ancona, in sede di negoziazione integrativa a livello regionale ;

TRA

 

La delegazione di parte datoriale trattante per la Contrattazione Integrativa a livello Regionale, costituita dal Vice-Direttore Generale dott. Fulvio Izzo;

E

I rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali accreditate: FLC/C.G.I.L. - Scuola, C.I.S.L.- Scuola, S.N.A.L.S. - Confsal, ANP/CIDA.

 

PREMESSO

 

- che in data 1 marzo 2002 è stato sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica per il periodo 01.09.2000 – 31.12.2001;

- che in data 23 settembre 2002 è stato stipulato il Contratto Integrativo Nazionale per il personale dell’Area V della dirigenza scolastica per il periodo 01.09.2000 – 31.12.2001;

- che in data 14 novembre 2002 è stato stipulato il Contratto Integrativo Regionale per la dirigenza scolastica della regione Marche, la cui validità per la parte economica è scaduta il 31.12.2002, e che in data 25.11.2002 è stata sottoscritta l’integrazione all’art. 13;

- che in data 6 giugno 2003 è stato stipulato l’Accordo successivo, ai sensi dell’art. 45 del C.C.N.L. 1.3.2002, relativo ai dirigenti scolastici da destinarsi all’estero;

- che in data 24 luglio 2003 è stata stipulata la sequenza contrattuale in attuazione dell’art. 7, comma 2, lett. a) del C.C.N.L. 1.3.2002 e dell’art. 7, comma 5, del C.I.N. 23.09.2002 che, in particolare, all’art. 3, ha disciplinato in via transitoria i criteri generali per l’assegnazione della retribuzione di risultato per gli aa.ss. 2002/2003 e 2003/2004;

-che in data 16 maggio 2005 è stato sottoscritto l’Accordo Integrativo Regionale che ha determinato la retribuzione di posizione e di risultato per gli anni 2003 e 2004;

-che in data 31 gennaio 2006 presso il Ministero è stato sottoscritto l’Accordo che disciplina i criteri generali per l’assegnazione ai dirigenti scolastici della retribuzione di risultato per l’a.s. 2005/2006;

- che in data 11.04.2006 è stato sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il personale dell’Area V per il quadriennio normativo 2002-2005 e per il primo biennio economico 2002-2003 (che ha unificato, in particolare, i testi del predetto C.C.N.L. sottoscritto l’ 1.3.2002 e dell’Accordo successivo relativo ai dirigenti da destinarsi all’estero, sottoscritto il 06.06.2003) e il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il secondo biennio 2004-2005;

- che in data 25.05.2006 è stato sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale, relativo ai criteri per il conferimento degli incarichi, in attuazione dell’art. 4 –comma 1, lett e) del precitato C.C.N.L. 11.04.2006;

- che questo Ufficio - in ottemperanza alle indicazioni fornite dal Ministero (nota prot. n. 254 del 19 aprile 2005, che ha modificato la precedente prot. n. 642 del 12 maggio 2003, e nota prot. n. 11 dell’11 gennaio 2006) in merito alla gestione dei compensi relativi agli incarichi aggiuntivi dei dirigenti scolastici rientranti nel regime della onnicomprensività del trattamento economico, ai sensi dell’art. 26, commi 2 e 3 del precitato CCNL 1.3.2002 e successivamente ai sensi dell’art. 19 del C.C.N.L. 11.04.2006 - ha provveduto alla liquidazione delle quote spettanti ai dirigenti scolastici interessati ed ha determinato l’ammontare degli importi delle quote residue destinate ad incrementare il fondo regionale degli anni 2003- 2004- 2005 e 2006 ( allegato A);

- che in data 21 luglio 2006 è stata sottoscritta l’ipotesi di Contratto Integrativo Nazionale (C.I.N.) per il personale dell’Area V per il periodo 1.9.2002-31.12.2005, la cui piena operatività è subordinata alla certificazione dei competenti organi di controllo e alla definitiva sottoscrizione delle parti;

- che in data 22 febbraio 2007, a seguito della avvenuta certificazione degli organi competenti, è stato sottoscritto, in via definitiva, il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo per il personale dell’Area V per il periodo 2002/2005, il quale ha determinato l’ammontare dei fondi nazionali regionali , indicati nelle tabelle al medesimo accluse;

- che per gli anni 2002-2003-2004, va prioritariamente garantito a tutti i dirigenti scolastici in servizio l’incremento della quota fissa della retribuzione di posizione stabilito dal CCNL 11.04.2006 (e già corrisposto) e vanno ridefiniti il valore economico della parte variabile della retribuzione di posizione e il valore economico della retribuzione di risultato, già trattati dal precedente Contratto Integrativo Regionale e dal successivo Accordo;

 

VIENE SOTTOSCRITTO

 

Il seguente Contratto Integrativo Regionale finalizzato a:

1 - determinare i valori economici della retribuzione di posizione, parte variabile (la parte fissa è già stabilita dal CCNL 11.04.2006) e della retribuzione di risultato per gli anni 2002-2003-2004-2005-2006, con riguardo alle disposizioni previste per i dirigenti scolastici che si trovano in particolari posizioni di Stato (art. 50 del CCNL 1.3.2002 e art. 13 del CCNL 11.04.2006) e di quelle relative ai dirigenti che prestano servizio all’estero ( art. 48 del CCNL 11.04.2006) .

2 - assegnare, limitatamente all’anno 2002, la quota assicurativa accantonata nell’anno 2001 e non utilizzata, pari ad euro 258,23 pro-capite;

3 - determinare il compenso per reggenza a decorrere dall’a.s. 2006/2007, in base alla fascia attribuita nell’anno 2006 alla scuola data in reggenza.

4 - contrattare il fondo regionale per l’anno 2007, definito dall’USR secondo le modalità indicate all’art. 3 – comma 4 – del C.C.N.I. 22.02.2007 ( allegato B).

 

Considerato che il periodo da prendere in esame comprende un arco temporale dal 2002 al 2006 e che gli anni 2002-2003 e 2004 sono già stati oggetto di precedenti Contrattazioni integrative regionali, viene stabilito di :

a) mantenere per l’anno 2002 le medesime tipologie di fasce già attribuite alle scuole nel Contratto integrativo regionale del 14.11.2002;

a1) mantenere per gli anni 2003-2004 le medesime tipologie di fasce già attribuite alle scuole nell’Accordo integrativo regionale del 16 maggio 2005 e di estendere la detta tipologia anche per gli anni 2005-2006;

b) ridefinire, per gli anni 2002-2003 e 2004, il valore economico della parte variabile della retribuzione di posizione attribuendo il medesimo aumento a ciascuna fascia , per l’anno 2004 limitatamente per i mesi di effettivo servizio, tenuto conto della esigua somma a disposizione dopo aver garantito gli aumenti contrattuali delle quote fisse della retribuzione di posizione (art. 4 - comma 6- del CCIN 22.02.2007);

c) e di non procedere per i medesimi anni alla definizione dei compensi per incarichi di reggenza per l’esiguità dei fondi a disposizione;

d) ridefinire ex novo per gli anni 2005 e 2006 i valori economici della parte variabile della retribuzione di posizione e della retribuzione di risultato e di conservare la medesima quota fissa prevista dal C.C.N.L. 11.04.2006 a decorrere dal 1.1.2004;

e) di non procedere per l’anno 2007 alla determinazione della retribuzione di posizione e di risultato.

 

 

Art. 1

Campo di applicazione

1 – Il presente Contratto si applica a tutti i dirigenti scolastici appartenenti al ruolo della regione Marche in servizio dal 01/01/2002 al 31.12.2006.

 

 

Art. 2

Decorrenza e durata

1 – Le disposizioni contenute nel presente accordo hanno effetto dalla data della sua sottoscrizione.

2 – Le stesse rimangono in vigore fino a quando non saranno sostituite da quelle derivanti da successivi accordi o contratti integrativi regionali.

3 – La verifica sulla compatibilità dei costi della contrattazione integrativa è effettuata dai competenti organi di controllo regionali.

 

 

Art. 3

Risorse finanziarie del fondo regionale

A)      Anno finanziario 2002.

 Il Fondo regionale per l’anno 2002 - tenuto conto dello stanziamento previsto per l’anno 2002 dal C.C.N.I. 22.02.2007 - è pari ad euro 1.619.046,65.

B)      Anno finanziario 2003.

Il Fondo regionale per l’anno 2003 - tenuto conto dello stanziamenti previsto per l’anno 2003 dal C.C.N.I. 22.02.2007 di euro 1.947.245,59, dell’ incrementato della quota residua percentuale (20% o 70%) di euro 903,56, relativa ai compensi derivanti dallo svolgimento degli incarichi aggiuntivi onnicomprensivi versati nell’anno 2003, non corrisposta direttamente agli interessati e dei residui anno 2002 di euro 2.653,82ammonta complessivamente ad euro 1.950.802,97.

C)      Anno finanziario 2004.

Il Fondo regionale per l’anno 2004 - tenuto conto degli stanziamenti previsti dalla tabella relativa all’anno 2004 acclusa al C.C.N.I. 22.02.2007 di euro 2.177.689,42 e dell’incremento della quota residua percentuale (20% o 70%) di euro 10.322,21 relativa ai compensi connessi allo svolgimento degli incarichi aggiuntivi onnicomprensivi versati nell’anno 2004 - ammonta complessivamente ad euro 2.188.011,63.

 D) Anno finanziario 2005.

Il Fondo regionale per l’anno 2005 - tenuto conto degli stanziamenti previsti dalla tabella relativa all’anno 2005 acclusa al C.C.N.I. 22.02.2007 di euro 2.425.818,44 e dell’incremento della quota residua percentuale (20% o 70%) di euro 25.721,18 relativa ai compensi connessi allo svolgimento degli incarichi aggiuntivi onnicomprensivi versati nell’anno 2005,nonché dei residui anno precedente pari ad euro 16.593,13 - ammonta complessivamente ad euro 2.468.132,75.

E)       Anno finanziario 2006.

Il Fondo regionale per l’anno 2006 - tenuto conto degli stanziamenti previsti dalla tabella relativa all’anno 2006 acclusa al C.C.N.I. 22.02.2007 di euro 2.735.399,60, della quota residua percentuale (20% o 70%) di euro 24.224,32 relativa ai compensi connessi allo svolgimento degli incarichi aggiuntivi onnicomprensivi versati nell’anno 2006, nonché dei residui anno precedente pari ad euro 10.922,80 - ammonta complessivamente ad euro 2.770.546,72.

 

 

Art. 4

Utilizzazione del fondo regionale

1 - Per ciascuno degli esercizi finanziari, l’ammontare del Fondo è destinato per l’85% alla corresponsione della retribuzione di posizione e per il 15% alla corresponsione della retribuzione di risultato, ivi compresa l’eventuale retribuzione per le reggenze, di cui all’art. 57, comma 3, del C.C.N.L. 11.04.2006.

 

 

Art. 5

Articolazione delle scuole in fasce

Le istituzioni scolastiche, per l’anno 2002 mantengono le tre fasce stabilite dal CIR 14.11.2002.

Per gli anni 2003 e 2004 mantengono le tre fasce definite dall’Accordo integrativo regionale del 16 maggio 2005.

Per gli anni 2005 – 2006, come concordato tra le parti, conservano ancora le tre fasce definite dall’Accordo integrativo regionale del 16 maggio 2005.

 

 

Art. 6

Assicurazione

A ciascun dirigente in servizio nell’anno 2002 (1.1.2002 – 31.12.2002) è attribuita una quota pro-capite pari ad euro 258,23 a titolo di assicurazione, accantonata nel 2001 e non utilizzata.

 

 

Art. 7

Retribuzione di Posizione

a)       Anno 2002 (01/01/02--31/12/02).

1 - A decorrere dal 1 gennaio 2002 - fatta salva la spesa occorrente per l’incremento della quota fissa stabilito dall’art. 56 del C.C.N.L. 11.04.2006 e già corrisposto - sono rideterminati i valori economici della parte variabile, secondo i criteri concordati nelle premesse ( lett. b) , e i conseguenti nuovi importi annui lordi per tredici mensilità della retribuzione di posizione, come sotto specificato :

Fascia

Quota fissa

Parte variabile

Totale a.l.

PRIMA

€ 1.529,07 (1.477,07+52,00)

€ 5.596,27 (5.522,93+73,34)

€ 7.125,34

SECONDA

€ 1.529,07 (1.477,07+52,00)

€ 3.946,27 (3.872,93+73,34)

€ 5.475,34

TERZA

€ 1.529,07 (1.477,07+52,00)

€ 2.716,27 (2.642,93+73,34)

€ 4.245,34

MEDIA (1)

€ 1.529,07 (1.477,07+52,00)

€ 3.898,70 (3.825,36+73,34)

€ 5.427,77

(1) Ai dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

2 - A decorrere dalla stessa data, ai dirigenti in servizio all’estero, è corrisposta la parte fissa della retribuzione di posizione, pari ad € 1.529,07, annui lordi per tredici mensilità (art. 48 -comma 4 – del C.C.N.L. 11.04.2006).

 

b)       Anno 2003 (01/01/03-31/12/03).

1 - A decorrere dal 1 gennaio 2003 - fatta salva la spesa occorrente per l’incremento della quota fissa,stabilito dall’art. 56 del C.C.N.L. 11.04.2006 e già corrisposto - sono rideterminati i valori economici della parte variabile, secondo i criteri concordati nelle premesse (lett. b), e i conseguenti nuovi importi annui lordi per tredici mensilità della retribuzione di posizione, come sotto specificato :

Fascia

Quota fissa

Parte variabile

Totale a.l.

PRIMA

€ 2.270,72 (1.477,07+793,65)

€ 5.417,03 (5.229,28+ 187,75)

€ 7.687,75

SECONDA

€ 2.270,72 (1.477,07+793,65)

€ 5.117,03 (4.929,28+ 187,75)

€ 7.387,75

TERZA

€ 2.270,72 (1.477,07+793,65)

€ 3.917,03 (3.729,28+ 187,75)

€ 6.187,75

MEDIA (1)

€ 2.270,72 (1.477,07+793,65)

€ 5.115,73 (4.927,98+ 187,75)

€ 7.386,45

(1) Ai dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

2 - A decorrere dalla stessa data, ai dirigenti in servizio all’estero, spetta la sola quota fissa della retribuzione di posizione, pari ad € 2.270,72, annui lordi, per tredici mensilità (art. 48 - comma 4 - del C.C.N.L. 11.04.06).

 

c)       Anno 2004 (01/01/04-31/12/04)

A decorrere dal 1 gennaio 2004 - fatta salva la spesa occorrente per l’incremento della quota fissa, stabilito dall’art. 56 del C.C.N.L. 11.04.2006 e già corrisposto - sono rideterminati i valori economici della parte variabile, secondo i criteri concordati nelle premesse (lett. b), e i conseguenti nuovi importi annui lordi per tredici mensilità della retribuzione di posizione, come sotto specificato

Fascia

Quota fissa

Parte variabile

Totale a.l.

PRIMA

€ 2.530,72 (1.477,07 + 1.053,65)

€ 6.605,44 (5.969,28+ 636,16)

€ 9.136,16

SECONDA

€ 2.530,72 (1.477,07 + 1.053,65)

€ 5.905,44 (5.269,28+ 636,16)

€ 8.436,16

TERZA

€ 2.530,72 (1.477,07 + 1.053,65)

€ 4.305,44 (3.669,28+ 636,16)

€ 6.836,16

MEDIA (1)

€ 2.530,72 (1.477,07 + 1.053,65)

€ 5.907,79 (5.271,63+ 636,16)

€ 8.438,51

(1) Ai dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

2 – A decorrere dalla stessa data, ai dirigenti in servizio all’estero, spetta la sola quota fissa della retribuzione di posizione, pari ad € 2.530,72, annui lordi, per tredici mensilità (art. 48 – comma 4 - del C.C.N.L. 11.04.06) .

 

d) Anno 2005 (01/01/2005-31/12/2005)

1 - A decorrere dal 1 gennaio 2005, secondo i criteri indicati nelle premesse (attribuzione della stessa quota fissa prevista per l’anno 2004 dal CCNL 11.04.2006), vengono stabiliti i seguenti nuovi importi annui lordi per tredici mensilità della retribuzione di posizione, come sotto specificato :

Fascia

Quota fissa

Parte variabile

Totale a.l.

PRIMA

€ 2.530,72

€ 7.669,28

€10.200,00

SECONDA

€ 2.530,72

€ 6.869,28

€ 9.400,00

TERZA

€ 2.530,72

€ 5.569,28

€ 8.100,00

MEDIA (1)

€ 2.530,72

€ 6.868,30

€ 9.399,02

(1) Ai dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

2 – A decorrere dalla stessa data, ai dirigenti in servizio all’estero, spetta la sola quota fissa della retribuzione di posizione, pari ad € 2.530,72, annui lordi, per tredici mensilità (art. 48 – comma 4 - del CCNL 11.04.06) .

 

e) Anno 2006 (01/01/2006 - 31/12/2006)

1 - A decorrere dal 1 gennaio 2006, secondo i criteri indicati nelle premesse (attribuzione della stessa quota fissa prevista per l’anno 2004 dal CCNL 11.04.2006), sono determinati i seguenti valori economici relativi alla retribuzione di posizione parte variabile:

 

Fascia

Quota fissa

Parte variabile

Totale a.l.

PRIMA

€ 2.530,72

€ 10.069,28

€12.600,00

SECONDA

€ 2.530,72

€ 9.269,28

€ 11.800,00

TERZA

€ 2.530,72

€ 7.469,28

€ 10.000,00

MEDIA (1)

€ 2.530,72

€ 9.282,69

€ 11.813,41

(1) Ai dirigenti in particolari posizioni di Stato fino al 31.08.2006.

 

2 – A decorrere dalla stessa data, ai dirigenti in servizio all’estero, spetta la sola quota fissa della retribuzione di posizione, pari ad € 2.530,72, annui lordi, per tredici mensilità (art. 48 – comma 4 - del CCNL 11.04.06) .

 

3- A decorrere dal 1 settembre 2006 ai dirigenti in particolari posizioni di Stato spetta una retribuzione di posizione nella misura attribuita alla scuola di titolarità.

 

Art. 7

Retribuzione di risultato

1) Per gli anni scolastici 2001/2002, 2002/2003 e 2003/2004, in base alle nuove risorse del fondo regionale disponibili, la retribuzione di risultato - già attribuita in applicazione del precedente Contratto Integrativo regionale del 14.11.2002 e del successivo Accordo del 16.05.2005 - è incrementata in eguale misura a tutti i dirigenti in servizio nei suddetti anni (compresi quelli in particolari posizioni di Stato e quelli in servizio all’estero), sotto forma di una tantum, nelle seguenti misure:

a - a.s. 2001/2002 = Euro 200,52

b - a.s. 2002/2003 = Euro 34,71

c - a.s. 2003/2004 = Euro 115,44

 

2) Per l’a.s. 2004/2005 (01/09/04-31/08/05), ai dirigenti in servizio in tale anno scolastico,sulla base dei nuovi importi della nuova retribuzione di posizione ricalcolata per il periodo 01.09.2004 - 31.12.2004 e definita ex novo per il periodo 01.01.2005 - 31.08.2005, viene attribuita la seguente retribuzione di risultato annua lorda per tredici mensilità:

Fascia

Periodo 01/09/2004 – 31/12/2004

Periodo 01/01/2005 - 31/08/2005

Totale

PRIMA

€ 9.136,16´17,7%´4/12=  539,03

€ 10.2000,00´17,7%´8/12=  1.203,60

€1.742,63

SECONDA

€ 8.436,16´17,7%´4/12=  497,73

€ 9.400,00´17,7%´8/12=  1.109,20

€ 1.606,93

TERZA

€ 6.836,16´17,7%´4/12= 403,33

€ 8.100,00´17,7%´8/12=  955,80

€1.359,13

MEDIA (1)

€ 8.438,51x17,7%´4/12= 497,87

€ 9.399,02´17,7%´8/12=  1.109,08

€ 1.606,95

 (1) Ai dirigenti in servizio all’estero e ai dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

3) Per l’a.s. 2005/2006 (01/09/05-31/08/06), ai dirigenti in servizio in tale anno scolastico, sulla base delle nuove retribuzioni di posizione, viene attribuita la seguente retribuzione di risultato :

Fascia

Periodo 01/09/2005 - 31/12/2005

Periodo 01/01/2006 - 31/08/2006

Totale

PRIMA

€ 10.200,00x18,00%´4/12= 612,00

€ 12.600,00´18,00%´8/12= 1.512,00

€2.124,00

SECONDA

€ 9.400,00´18,00%´4/12=564,00

€ 11.800,00x18,00 %´8/12=  1.416,00

€1.980,00

TERZA

€ 8.100,00´18,00%´4/12=486,00

10.000,00.´18,00%´8/12= 1.200,00

€1.686,00

MEDIA (1)

€ 9.399,02x18,00%´4/12= €563,94

€ 11.813,41x18,00%´8/12= 1.417,61

€1.981,55

 (1) Ai dirigenti in servizio all’estero e ai Dirigenti in particolari posizioni di Stato.

 

4) A decorrere dal 1 settembre 2006, ai dirigenti in particolari posizioni di Stato, la retribuzione di risultato è prevista nella identica misura di quella attribuita alla scuola di titolarità.

 

 

Art. 8

Determinazione dei compensi per reggenza

1- Ai sensi dell’art. 2 – comma 2 – del C.CN.I 22.02.2007, al dirigente cui è affidata una scuola in reggenza, spetta una integrazione della retribuzione di risultato di importo pari all’80% della parte variabile della retribuzione di posizione prevista per la fascia in cui risulta collocata la scuola.

Per l’a.s. 2006/2007 le fasce di riferimento sono quelle attribuite alle scuole nell’anno 2006.

Per ciascuna delle fasce l’importo a.l. è così determinato.:

-          prima fascia: euro 8.055,42

-          seconda fascia: euro 7.415,42

-          terza fascia: euro 5.975,42

 

2- La corresponsione dell’emolumento sopra indicato, determinato in relazione alla durata della reggenza, avverrà in unica soluzione annuale, al termine dell’a,.s 2006-2007 e la spesa verrà imputata sull’esercizio finanziario 2007.

 

 

Art. 9

1 - Le norme derivanti dalla sottoscrizione del precedente Contratto Integrativo regionale del 14.11.2002 e dell’Accordo del 16 maggio 2005 restano applicate per la parte riguardante l’attribuzione delle fasce e tutto ciò non espressamente modificato dal CCNL 11.04.2006, dal CCNI 22.02.2007 e dal presente Contratto.

2 - Le norme derivanti dalla sottoscrizione del presente Contratto potranno essere modificate a seguito di nuove determinazioni assunte in sede nazionale.

3 - L’applicazione del presente Contratto verrà effettuato tramite provvedimenti individuali, a mezzo dei quali potranno essere effettuati possibili conguagli a debito o a credito.

 

Letto e sottoscritto in Ancona il 16 maggio 2007.

 

 

LA DELEGAZIONE DI PARTE PUBBLICA

f.to IL VICE-DIRETTORE GENERALE

Fulvio IZZO

 

LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

f.to FLP/CGIL

f.to CISL-Scuola

f.to -SANALS-Confsal

f.to ANP-CIDA

Allegati

Scadenze di: marzo 2024