Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 08-05-2007 n° - Regionali - Provinciali

08-05-2007 n° - Regionali - Provinciali

Argomenti trattati: Regionali - Provinciali,
Comunicazione 8 maggio 2007, prot. n. 8703
Mutamento incarichi, mobilità professionale ed interregionale per l'anno scolastico 2007/08

Comunicazioni

Ministero della Pubblica istruzione

Ufficio scolastico per la Lombardia

 

Comunicazioni

 

Ufficio VI – Reclutamento, organizzazione e gestione dei dirigenti scolastici

Via Ripamonti, 85 - 20141 Milano - Tel.02.574627298-9-6 – Fax 02.574627231

e-mail: dirigenti.scolastici@istruzione.lombardia.it

 

 

Prot. n. 8703

 

Milano, 8 maggio 2007

Allegati

 

Destinatari

 

 

Oggetto: Mutamento incarichi, mobilità professionale ed interregionale per l’anno scolastico 2007/08

 

 

In applicazione di quanto previsto dalla vigente disciplina pattizia, ed in particolare dagli artt. 11, 12, 17 e 18 del vigente CCNL nonché dagli artt. 2, 3, 4, 5 e 6 del C.I.N./07, in merito all’eventuale modifica degli incarichi dirigenziali conferiti ed alla mobilità professionale dei Dirigenti scolastici, l’Ufficio esponente, informate le competenti OO.SS., rende noti con la presente tempistica e criteri che verranno adottati per tali operazioni a decorrere dall’anno scolastico 2007/2008.

 

 

1. Rinnovo incarichi in scadenza al 31.08.2007, per conferma sulla attuale sede di servizio.

 

Per ragioni meramente organizzative del lavoro d’ufficio, gli eventuali interessati al rinnovo degli incarichi - in scadenza alla data del 31.08.07 - sulla medesima sede di servizio, sono invitati a rimettere a questo U.S.R. – Ufficio VI – la comunicazione personale di cui all’allegato modulo A entro e non oltre la data del 05.06.07.

 

L’invio di tale comunicazione dovrà tempestivamente avvenire a mezzo fax (n. 02 574627231) e/o e mail (dirigenti.scolastici@istruzione.lombardia.it).

 

Per le stesse ragioni, ed in particolare per evitare “l’ingorgo di operazioni” che si verrebbe altrimenti a creare, a ciascun dirigente scolastico nella situazione sin qui descritta verrà inviato via e-mail il testo – in formato pdf – del proprio contratto individuale di lavoro. A tal fine si precisa che verrà utilizzato l’account personale del servizio di posta elettronica del MPI (istruzione.it).

 

Ciascuno degli interessati provvederà direttamente alla stampa in sei copie originali del contratto, che provvederà a sottoscrivere ed a rinviare a stretto giro di posta con raccomandata A/R a questo stesso Ufficio.

 

Di contro ciascuno degli interessati riceverà successivamente copia del contratto firmato dal competente Direttore Generale e copia del provvedimento di incarico.

 

 

1bis. Variazione della attuale sede di incarico per effettive e comprovate esigenze dell’Amministrazione.

 

In tali particolari casi, gli interessati verranno direttamente convocati presso questo USR, per un momento di necessario confronto di idee.

 

All’esito, l’Amministrazione renderà noto all’interessato il provvedimento di cui all’art. 2 del CIN/07.

 

 

2. Conferimento nuovi incarichi su sede diversa per sopravvenuta riorganizzazione/ ristrutturazione dell’istituzione scolastica.

 

In tali particolari ipotesi (modulo B), questo Ufficio terrà conto, nell’ordine:

 

·          dell’accordo intervenuto tra gli stessi D.S. interessati, definito presso l’USR;

·          delle preferenze eventualmente espresse dagli interessati, ove possibile;

·          della corrispondenza del nuovo eventuale incarico ad istituzione di fascia stipendiale non inferiore a quella in godimento al momento dell’evento in parola;

·          del numero di classi della/e scuole originarie, che confluiscano nella nuova istituzione;

·          dell’impegno, assunto dal D.S. interessato, a permanere sulla nuova sede di incarico per il tempo coincidente con la durata di altro analogo incarico, oltre il presente.

 

 

3. Variazione di incarico ed assegnazione di sede per lo stesso settore formativo, a domanda degli interessati, nell’ipotesi di contratto individuale di lavoro in scadenza al 31.08 p.v.

 

Coloro i quali non fossero specificamente interessati al rinnovo per conferma dell’incarico attualmente in essere, potranno inoltrare domanda di variazione di sede di incarico, secondo l’allegato modulo C, entro e non oltre il 12.06.07

 

Gli interessati potranno esprimere preferenze per non più di tre sedi, tra quelle vacanti e/o disponibili nello stesso settore formativo, ovvero che si rendano altresì disponibili nel corso delle operazioni.

 

L’istanza dovrà essere corredata da sintetico curriculum, che evidenzi esperienze maturate e competenze acquisite, al fine di consentire a questo ufficio di effettuare scelte coerenti e motivabili.

 

L’Ufficio applicherà altresì, nelle fattispecie, i criteri richiamati dall’art. 3, c. 1, lett. b) del CIN/07, ovvero:

 

·          maggiore anzianità di servizio sulla sede;

·          impegno a permanere sulla sede richiesta per almeno due incarichi consecutivi, con espressa rinuncia ad avvalersi della facoltà di cui all’art. 17 cc. 2 e 3 del vigente CCNL.

 

 

4. Conferimento incarico ed assegnazione di sede ai Dirigenti che rientrano da particolari posizioni di stato.

 

Gli interessati dovranno, a tal fine, presentare a questo USR – Ufficio VI, nei limiti temporali specificamente fissati, apposita istanza redatta secondo il modulo D.

 

Si procederà al conferimento di incarico con assegnazione di sede nel rispetto, ove possibile, delle preferenze espresse dagli interessati, ed in applicazione della disposizione di cui all’art. 13, c. 4 del vigente CCNL.

 

 

5. Variazione di incarico ed assegnazione di sede per lo stesso settore formativo, a domanda degli interessati, in pendenza di contratto individuale di lavoro

 

In considerazione di quanto disposto dalla disciplina vigente, non potranno inoltrare tale istanza i Dirigenti Scolastici che abbiano chiesto ed ottenuto la mobilità, per una delle sedi richieste, per il corrente anno scolastico 2006/2007.

 

Gli eventuali interessati potranno esprimere preferenze per non più di tre sedi, tra quelle vacanti e/o disponibili nello stesso settore formativo, ovvero che si rendano altresì disponibili nel corso della presente fase di operazioni.

 

L’istanza, redatta secondo l’allegato modulo E, dovrà essere corredata da sintetico curriculum, che evidenzi esperienze maturate e competenze acquisite, al fine di consentire a questo ufficio di effettuare scelte coerenti e motivabili.

 

L’Ufficio applicherà altresì, nelle fattispecie, i criteri richiamati dall’art. 3, c. 1, lett. b) del CIN/07, ovvero:

 

·          maggiore anzianità di servizio sulla sede;

·          impegno a permanere sulla sede richiesta per almeno due incarichi consecutivi, con espressa rinuncia ad avvalersi della facoltà di cui all’art. 17 cc. 2 e 3 del vigente CCNL.

 

 

6. Variazione della sede di incarico in casi eccezionali.

 

La presente ipotesi risulta compiutamente disciplinata dal vigente CCNL, ed in particolare dall’art. 17, c. 4. In tali ipotesi, la variazione della sede di incarico appare possibile anche per coloro i quali abbiano fruito di mobilità nel corso dell’a.s. 2006/07.

 

L’istanza, redatta secondo l’allegato modulo E dovrà necessariamente essere corredata della documentazione necessaria a dimostrare l’eccezionalità del caso, nonché la sopravvenienza degli eventi determinanti la medesima.

 

 

7. Mobilità professionale.

 

L’art. 18, c. 3 del C.C.N.L. del 11.04.2006, nonché l’art. 5 del CIN/07, stabiliscono che a detta operazione è destinata un’aliquota di posti pari al 30% di quelli annualmente vacanti e disponibili in ciascun settore formativo.

 

Con successiva apposita nota formale questo USR – Ufficio VI – provvederà ad individuare e comunicare il numero di posti effettivamente disponibili per tale tipologia di mobilità. Al riguardo, si precisa che non potrà essere considerato vacante il numero dei posti “messi a concorso”, di cui al D.D.G. 22.11.2004 ed al D.M. 03.10.2006.

 

La mobilità in parola, in ogni caso, verrà eventualmente concessa con l’applicazione dei criteri già stabiliti agli artt. 3, lett. a) e b), e 5 del vigente C.I.N (modulo F).

 

 

8.  Mobilità interregionale

 

Nel limite del 15% dei posti vacanti e disponibili per ciascun settore formativo - detratto il numero dei posti messi a concorso con DDG 22.11.2004 e D.M. 03.10.2006 - potranno essere conferiti incarichi dirigenziali a Dirigenti scolastici provenienti da altra Regione.

 

L’istanza, redatta secondo il modulo G, dovrà risultare adeguatamente motivata e corredata dell’assenso del Direttore Regionale della regione di provenienza.

 

Nell’ipotesi di mobilità interregionale “in uscita” gli eventuali interessati potranno richiedere apposito nulla osta al Direttore Generale di questo USR.

 

La mobilità in parola, ove risulti possibile, si effettuerà nel rispetto dei criteri di cui all’art. 3, lett. a) e b) del CIN/07, ed in considerazione delle eventuali esperienze – da indicare – maturate nel settore formativo richiesto.

 

Anche nella presente ipotesi, con successiva apposita nota formale, questo USR – Ufficio VI – provvederà ad individuare e comunicare il numero di posti effettivamente disponibili per tale tipologia di mobilità, distinti per settore formativo.

 

Al riguardo, si precisa altresì che non potrà essere considerato vacante il numero dei posti “messi a concorso”, di cui al D.D.G. 22.11.2004 ed al D.M. 03.10.2006

 

 

ORDINE DELLE OPERAZIONI E CRITERI DI PRECEDENZA

 

L’ordine che si osserverà nel conferimento e/o mutamento delle sedi e degli incarichi sarà dunque il seguente.

 

a.       Rinnovo di incarichi e contratti in scadenza al 31/08/2007, per le attuali sedi di servizio, previa espressa manifestazione di volontà degli interessati.

b.       Variazione della sede di incarico per effettive e comprovate esigenze dell’Amministrazione.

c.        Rinnovo, su sede diversa, di contratti ed incarichi in scadenza al 31/08/2007, per intervenuta riorganizzazione dell’istituzione scolastica.

d.       Affidamento di nuovo incarico agli interessati - ad istanza dei medesimi - per lo stesso settore formativo e conferimento incarico ed assegnazione di sede ai D.S. che rientrino da particolari posizioni di stato.

e.       Mobilità in pendenza di contratto ed incarico.

f.         Variazione di incarico e della sede di servizio per sopravvenuti eventi eccezionali.

g.       Mutamento/conferimento di incarico, per mobilità professionale.

h.       Conferimento incarichi ed assegnazione di sede per mobilità interregionale.

 

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E TEMPI DELLE OPERAZIONI.

 

Le istanze di cui ai punti precedentemente elencati dovranno essere presentate da tutti gli interessati a questo Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Direzione Generale - Via Ripamonti, 85 - 20141 - MILANO, entro i termini di cui al prospetto riassuntivo che si allega, utilizzando i modelli anch’essi allegati, ed indicando non più di tre sedi di preferenza.

 

L’invio delle istanze in parola potrà avvenire a mezzo fax ( n. 02 56 814272) o via e mail (dirigenti.scolastici.@istruzione.lombardia.it) o a mezzo posta, con preghiera di evitare molteplici invii.

 

 

IL DIRETTORE GENERALE

F.to: Anna Maria Dominaci

 

 

Allegati:

 

Modulo A

Modulo B

Modulo C

Modulo D

Modulo E

Modulo F

Modulo G

Prospetto riassuntivo

 

 

Destinatari

 

Ai Dirigenti

delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado

della Regione Lombardia

LORO SEDI

 

Ai Dirigenti degli U.S.P. della Lombardia

LORO SEDI

 

Alle OO.SS. dell’Area V

della Dirigenza Scolastica

LORO SEDI

 

Ai Direttori Generali degli U.S.R.

LORO SEDI

 

Scadenze di: marzo 2024