Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 02-03-2007 n° - Sequenze contrattuali

02-03-2007 n° - Sequenze contrattuali

Argomenti trattati: Sequenze contrattuali,
Sequenza contrattuale 2 marzo 2007
ai sensi art. 43 del CCNL Scuola 24.7.2003

SEQUENZA CONTRATTUALE AI SENSI DELL’ART

SEQUENZA CONTRATTUALE AI SENSI DELL’ART. 43

DEL CCNL 24/7/2003

RELATIVO AL PERSONALE DEL COMPARTO SCUOLA

 

 

Il giorno 2 marzo 2007 alle ore 10.00 presso la sede dell’ARAN ha avuto luogo l’incontro tra:

 

l’ARAN

 

nella persona del Presidente Avv. Massimo Massella Ducci Teri __________

 

ed i rappresentanti delle Confederazioni:

 

CGIL          ________________

CISL          ________________

UIL             ________________

CONFSAL         ________________

 

e delle Organizzazioni Sindacali:

 

FLC/CGIL _______________

CISL/Scuola     _______________

UIL/Scuola        _______________

CONFSAL/SNALS  ______________

 

 

Preso atto che la Presidenza del Consiglio, con delibera del 7.2.2007, ha approvato l’ipotesi di Accordo relativa alla sequenza contrattuale di cui all’art. 43 CCNL Scuola sottoscritta il 17.7.2006 e che la medesima è stata positivamente certificata dalla Corte dei Conti con comunicazione del 26.2.2007, le Parti di cui sopra procedono alla sottoscrizione definitiva dell’Accordo medesimo.

 

 

SEQUENZA CONTRATTALE AI SENSI DELL’ART. 43 del C.C.N.L. SCUOLA 24.07.2003

 

 

 

Art. 1 - (Finalità)

 

1.     la presente sequenza contrattuale si svolge sulla base di quanto previsto dal’art. 43 del C.C.N.L. Scuola del 24 luglio 2003 e dall’articolo 2, comma 2, del d. lgs. n. 165/2001, in relazione anche alle disposizioni attuative della legge n. 53/2003 emanate con d. lgs. n. 59/2004.

 

 

Art. 2 - (Funzione docente)

 

1.      Sono disapplicati l’art. 7 - commi 5, 6, e 7 - e l’art. 10 - comma 5 - del d. lgs. n. 59/2004.

2.     Nulla è innovato o modificato rispetto a quanto già previsto dagli artt. 24 (funzione docente, 25 (profilo professionale) e 26 (attività d’insegnamento) del vigente CCNL Scuola e per quanto concerne l’organizzazione delle attività educative e didattiche che rientra nell’autonomia e nella responsabilità delle istituzioni scolastiche.

 

 

Art. 3 - (Mobilità del personale scolastico)

 

1.      Sono disapplicati l’art. 8, comma 3 e l’art. 11, comma 7, del d. lgs. n. 59/2004.

2.     Di conseguenza, la mobilità di tutto il personale scolastico continua a svolgersi con cadenza annuale, secondo la disciplina prevista dall’art. 4, comma 2, del CCNL 24.07.03.

 

 

Art. 4 - (Contratti di prestazione d’opera)

 

1.     Per la parte relativa alla previsione dei contratti di prestazione d’opera per specifiche professionalità non riconducibili al profilo professionale dei docenti, sono disapplicati gli articoli 7, comma 4 - secondo periodo, da “Per lo svolgimento … a … ministro per la Funzione Pubblica” e l’art. 10, comma 4 - secondo periodo, da “Per lo svolgimento …  a … ministro per la Funzione Pubblica”, del d. lgs. 19 febbraio 2004, n. 59.

 

 

Art. 5 - (Anticipi nella scuola d’infanzia)

 

1.     Non essendo state definite le figure professionali, gli organici e gli accordi interistituzionali connessi all’introduzione “di nuove professionalità e modalità organizzative” di cui all’art. 2, comma 1, lettera e) della legge 28 marzo 2003, n. 53, tutte condizioni necessarie per l’attivazione degli anticipi, non sussistono i presupposti perché il tema venga affrontato in sede di sequenza contrattuale.

 

 

Art. 6 - (Norma finanziaria)

 

1.     In relazione alla previsione dell’Atto d’indirizzo del 24 agosto 2004, le risorse disponibili nel Bilancio del Ministero dell’Istruzione saranno utilizzate con criteri da definire in sede di rinnovo quadriennale del CCNL Scuola.

 

 

 

Scadenze di: luglio 2024