Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Amministrativi - Mobilità intercompartimentale

Amministrativi - Mobilità intercompartimentale

Argomenti trattati: Amministrativi, Mobilità,
Si è svolto presso il MIUR un incontro relativo alla mobilità intercompartimentale.

Si è svolto presso il MIUR un incontro relativo alla mobilità intercompartimentale

Si è svolto presso il MIUR un incontro relativo alla mobilità intercompartimentale

Il dr. Pagnani ha comunicato che il Ministero della Funzione Pubblica ha richiesto a tutte le Amministrazioni, compreso il MIUR, l'attivazione di una ricognizione per formare e gestire l'elenco del personale in disponibilità di cui all'art. 34 del D.L.vo n. 165/2001.

La nostra O.S. ha sottolineato che la mobilità intercompartimentale non può essere vista disgiunta dalla positiva e veloce conclusione di tutte le procedure di riqualificazione in atto a partire soprattutto dall'espletamento del corso - concorso  per il passaggio dall'area B alla posizione economica C1.

Questa precisazione è scaturita dal fatto che il Dr. Pagnani ha evidenziato una serie di perplessità in merito ad un veloce prosieguo del corso-concorso.

I punti evidenziati sono:

-         timore di un contenzioso ed ha portato ad esempio un ricorso  proposto al TAR Calabria proposto  da giovani assunti nella posizione economica B3 privi dell'anzianità prevista e privi di laurea.

-         incertezza sulla effettiva disponibilità dei posti da mettere a concorso ed eventuali difficoltà che potrebbero sorgere da parte della Funzione Pubblica, Ministero del Tesoro e Organi di Controllo.

La nostra O.S. ha fatto presente che i timori sono infondati in quanto il bando di concorso che recepisce il CCNL definisce chiaramente le modalità di accesso, modalità, peraltro, in linea con la Sentenza della Corte Costituzionale che ha evidenziato l'importanza dei titoli di studio e della professionalità acquisita. Relativamente alla disponibilità dei posti è stato rappresentato che l'Amministrazione ha fornito alle OO.SS. un prospetto dal quale si desume  che, a seguito delle procedure di riqualificazione, risultano disponibili nella p.e. C1 n. 557 posti. Ha, inoltre, sottolineato che l'accordo da cui è scaturito il bando ha avuto tutte le certificazioni di legge e che, pur comprendendo la prudenza del Direttore, ritiene che non si può parlare di mobilità intercompartimentale e di eventuali deroghe di concorsi pubblici esterni fino a quando non sia stata sbloccata la mobilità interna e si sia dato corso alla predetta procedura concorsuale.

Scadenze di: maggio 2024