Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Alla scuola serve autonomia e pluralismo. Snals-Confsal: Indicare chiaramente misure e risorse per la scuola

Alla scuola serve autonomia e pluralismo. Snals-Confsal: Indicare chiaramente misure e risorse per la scuola

Argomenti trattati: Stampa Snals, petizione,
da L'AVVENIRE 08-02-2018 - ...lo Snals-Confsal scende in campo con una petizione alle forze politiche chiedendo di "indicare chiaramente misure e risorse per la scuola. Con questa petizione non solo chiediamo ai partiti di dire con chiarezza i loro propositi, ma forniremo una costante informazione sulle risposte e sulle successive azioni di chi sarà eletto"

 

Fidae-Cdo. «Alla scuola serve autonomia e pluralismo»

ENRICO LENZI MILANO

 

“La scuola e la formazione sono strategiche per lo sviluppo del Paese» e «indagini internazionali documentano come la scuola sia più efficiente e produca risultati formativi migliori dove esistono un più alto tasso di autonomia e una pluralità di istituzioni formative». È un forte richiamo quello che la presidenza nazionale della Fidae (federazione che riunisce le scuole cattoliche dalle elementari alle superiori) e quella della Cdo-Opere educative (le scuole vicine a Comunione e Liberazione) lanciano in un documento rivolto «alle forze politiche e ai candidati al Parlamento». E sono diverse le associazioni del mondo della scuola che stanno facendo sentire la propria voce nell`ormai avviata campagna elettorale.

Il documento Fidae-CdO indica con grande chiarezza sei punti sui quali il futuro Parlamento è chiamato a dare risposte concrete: dalla definizione della quota capitaria alla detraibilità di tutte le spese scolastiche delle famiglie, dal potenziamento del diritto allo studio a maggiori contributi per il sostegno ai docenti per alunni disabili nelle scuole paritarie, dalla parità di accesso alle iniziative del sistema scolastico all`avvio immediato dei percorsi di formazione iniziale dei docenti della secondaria. «Garantire una reale parità tra scuola statale e scuola paritaria e una effettiva libertà di scelta dalla famiglie - conclude il documento Fidae-CdO - è condizione necessaria per avvicinare l`Italia al resto dell`Europa e per migliorare tutto il sistema scolastico pubblico italiano».

Di «impegno serio, fattivo, per concorrere a realizzare un dinamico sistema nazionale di istruzione costituito da scuola autonome statali e paritarie che superi gli obsoleti modelli accentratori e burocratizzati del passato» parla anche la Fism, la federazione che riunisce le scuole dell`infanzia di ispirazione cristiana. «Facciamo appello alla politica perché a livello nazionale affronti in modo concreto e affidale l`annosa questione, irrisolta, di un doveroso, adeguato sostegno economico statale, per realizzare, finalmente la piena parità scolastica anche nel nostro Paese» auspica la segreteria nazionale della Fism.

Persino un sindacato come lo Snals-Confsal scende in campo con una petizione alle forze politiche chiedendo di «indicare chiaramente misure e risorse per la scuola», Non soltanto. «Con questa petizione - spiega lo Snals - non solo chiediamo ai partiti di dire con chiarezza i loro propositi, ma forniremo una costante informazione sulle risposte e sulle successive azioni di chi sarà eletto».

Ampio invece il cartello di associazioni del mondo della scuola (cattoliche, statali e paritarie) che in Lombardia, in vista della Regionali del 4 marzo, chiedono al nuovo governatore di «proseguire sull`onda delle iniziative dei suoi predecessori non solo per confermare quanto fatto, ma anche per migliorare ulteriormente la qualità del servizio offerto» per garantire «ai genitori la libertà di scelta educativa in un sistema pluralista»