Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Entrata in vigore del Polo unico per le visite fiscali

Entrata in vigore del Polo unico per le visite fiscali

Argomenti trattati: visite fiscali, malattia, assenze, visite mediche,
Dal prossimo 1° settembre entra in vigore il Polo unico per le visite fiscali

Schema di informazioni brevi riguardanti le visite mediche di controllo in caso di assenza per malattia dei dipendenti pubblici e l’entrata in vigore, dal prossimo 1° settembre, del Polo unico per le visite fiscali :

 

Polo unico per le visite fiscali

Normativa di riferimento

·         Artt. 18 e 22 Decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75

·         Messaggio Inps 9 agosto 2017, n. 3265

Polo unico per le visite fiscali

·         Dal 1° settembre 2017 entrerà in vigore il “Polo unico per le visite fiscali” con l’attribuzione all’Inps della competenza esclusiva ad effettuare le visite mediche di controllo in caso di assenza per malattia dei dipendenti pubblici, compreso il personale scolastico.

Richiesta delle visite fiscali da parte delle PP.AA.

·         La richiesta di visita medica di controllo (VMC) va effettuata da parte delle PP.AA. tramite Portale.

·         Nella richiesta di VMC dovrà essere specificato se deve essere effettuata o meno la visita ambulatoriale in caso di assenza del lavoratore a visita domiciliare.

Visite fiscali d’ufficio

·         L’Inps, acquisiti i dati dei certificati medici, può disporre un numero prestabilito di visite d’ufficio.

·         Per le visite mediche di controllo disposte d’ufficio dall’Inps, verrà restituito al datore di lavoro pubblico l’esito, incluse le informazioni circa i casi di assenza al domicilio e la conseguente convocazione a visita ambulatoriale.

Visite ambulatoriali

·         Nel corso della visita ambulatoriale saranno valutate soltanto l’effettiva sussistenza dello stato morboso e la relativa prognosi.

·         Non rientra tra i compiti dell’Inps la valutazione delle eventuali giustificazioni prodotte.

·         La giustificabilità di assenza a domicilio o di mancata presentazione a visita ambulatoriale sono di competenza del datore di lavoro.

Gestione reperibilità e assenza del lavoratore

·         Il dipendente pubblico è tenuto, qualora debba assentarsi dal proprio domicilio (es. per visita specialistica), ad avvisare unicamente la propria amministrazione, la quale successivamente provvederà ad avvisare l’Inps.

·         Per i casi in cui il lavoratore abbia necessità di cambiare domicilio in corso di prognosi, le regole da seguire saranno definite da un emanando decreto ministeriale di armonizzazione delle fasce di reperibilità e sulle modalità di svolgimento delle visite mediche di controllo.

Fasce di reperibilità

·         In attesa del decreto che armonizzi le fasce di reperibilità tra pubblico e privato, rimangono valide, per il settore pubblico, quelle attualmente in vigore: 9.00-13.00 e 15.00-18.00

Budget disponibile

·         Il budget complessivo stanziato per il Polo Unico (valido complessivamente per le visite datoriali e d’ufficio) è pari a 17 mln di euro per l’anno 2017 (a decorrere dal 1° settembre).

·         Qualora dovesse verificarsi un esaurimento del budget disponibile per le VMC, la richiesta presentata dalla P.A. sarà bloccata e la stessa ne sarà informata.