Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Insegnanti di religione cattolica - Incontro al MIUR

Insegnanti di religione cattolica - Incontro al MIUR

1 agosto 2017 - Si è svolto l'incontro al Miur chiesto da Snals-Confsal, Cisl Scuola e Gilda, a seguito della richiesta unitaria di confronto del 5 luglio scorso sulle diverse problematiche che interessano i docenti di religione cattolica

In data odierna si è svolto l’incontro al  Miur chiesto da Snals-Confsal, Cisl Scuola e Gilda, a seguito della  richiesta unitaria di confronto del 5 luglio scorso sulle diverse problematiche che interessano i docenti di religione cattolica.

La delegazione Snals-Confsal ha sottoposto all’attenzione dell’amministrazione, rappresentata dal dott. Pinneri, dal dott. Chiappetta e dal dott. Minichiello, i problemi emersi con l'entrata in vigore della legge 107/15. Ha rilevato un aumento dei docenti incaricati, rispetto a quelli di ruolo, chiedendo con forza l’emanazione, in tempi brevi, del bando di un nuovo concorso IRC.

La legge 107/2015 non ha previsto nel piano assunzionale gli insegnanti di religione cattolica, né una quota dell’organico di potenziamento ad essi destinata. Quest’ultima mancanza ha determinato l’impossibilità della sostituzione di vicari IRC con una quota di organico di potenziamento.

 L’art. 1, comma 114, della legge 107/2015 ha stabilito l’indizione dei concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato esclusivamente per il personale docente delle istituzioni scolastiche ed educative, non tenendo conto degli IRC. Lo Snals-Confsal ha chiesto di affrontare anche il problema degli incaricati annuali di religione che hanno 36 mesi di servizio, in quanto tale problematica impatta sull’art. 1, comma 131, della legge 107/2015.

La delegazione Snals-Confsal ha evidenziato, inoltre, che i docenti di religione cattolica sono esclusi sia  dall’utilizzo della carta del docente, sia dal  bonus  per la premialità e che tutto ciò ha creato nelle istituzioni scolastiche una forte situazione di discriminazione.

Ha fatto rilevare che il mantenere gli IRC nello status di supplente annuale indirettamente genera la mancata fruizione dei suddetti benefici.

Lo Snals-Confsal ha chiesto con fermezza l’apertura, in tempi brevi, di tavoli tecnici, paralleli al tavolo contrattuale, su queste tematiche, in particolare sulla questione dell’indizione del concorso, in modo da dare risposte concrete alla categoria.

Ha evidenziato, altresì, che gli IRC risentono negativamente delle difficoltà che incontrano le scuole nell’ inserire a sistema i contratti in tempo utile per il pagamento dello stipendio, a causa del malfunzionamento del sistema informatico del Miur.

Alla luce delle questioni poste, l’amministrazione con riferimento al pagamento degli stipendi ha chiarito che il ritardo è avvenuto a causa di un aggiornamento tecnico del sistema. Ha informato che è stata emessa la nota n. 15926 del 31 luglio 2017, avente per oggetto” Chiarimenti sulla stipula e gestione dei contratti dei docenti IRC incaricati annuali” (allegata al presente notiziario).

Per quanto riguarda l’applicazione della legge 107/2015, l’amministrazione ha riconosciuto le ricadute negative per gli IRC, ma ha affermato che, purtroppo, alcune criticità sono insite nella stessa legge e, per il momento, non possono trovare soluzione. Nello specifico, anche  la problematica insita nell’applicazione del comma 131 dell’art.1 della stessa legge, rimane insoluta, sebbene, ad arginare, in parte, tale problematica possa contribuire il consolidamento di posti dell’organico di fatto in organico di diritto, riducendo, così, il precariato.

In merito alla stabilizzazione il dott. Pinneri ha evidenziato che, dapprima, occorre un confronto interno per verificare tutte le possibilità, tenendo conto dei relativi costi e ha poi preannunciato l’attivazione in tempi brevissimi di un gruppo di lavoro con i sindacati per un confronto sulle assunzioni, visto che al tavolo è emersa anche la problematica dello scorrimento delle vecchie graduatorie, oltre all’indizione del nuovo concorso.