Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Nuovo regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche. CCNI comandati/utilizzati presso il MIUR a.s. 2014/2015 - Incontro al MIUR

Nuovo regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche. CCNI comandati/utilizzati presso il MIUR a.s. 2014/2015 - Incontro al MIUR

4-5-17 - Nella mattinata si è tenuto al MIUR un incontro riguardante il personale scolastico comandato/utilizzato presso il MIUR (Uffici e Amministrazione centrale) e il nuovo regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche

Nella mattinata di oggi, 4 maggio 2017, si è tenuto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.:

1.   Ipotesi CCNI riguardante l'applicazione art. 18 co. 4 CCNL 15/03/2001 del comparto scuola - compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell’a.s. 2014/2015 presso gli uffici del MIUR, di cui all'art. 86 del CCNL 29 novembre 2007;

2.   Contrattazione art. 86 del CCNL 29 novembre 2007 - personale scuola utilizzato o comandato presso l’Amministrazione centrale - a.s. 2013/2014;

3.   Nuovo regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche;

4.   Varie ed eventuali.

 

Per quanto attiene il punto 1, si è proceduto alla sottoscrizione della Ipotesi di CCNI relativa all’applicazione dell’art. 18, c. 4, del CCNL Scuola del 15/03/2001, per i compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell’a.s. 2014/2015 presso gli uffici del MIUR.

L’Ipotesi di CCNI sottoscritta in data odierna, prevede un ammontare complessivo, tra uffici centrali e periferici, di euro 1.038.667,00, ripartiti secondo gli importi già previsti per il CCNI relativo all’a.s. 2013/2014.

Per quanto attiene il punto 2, contrattazione del personale della scuola utilizzato/comandato presso l’Amministrazione centrale nell’a.s. 2013/2014, è stato sottoscritto dalle parti un verbale nel quale le organizzazioni sindacali si sono dichiarate indisponibili alla sottoscrizione di un accordo che preveda criteri qualitativi nella distribuzione delle risorse.

La posizione dei sindacati è stata ferma e l’Amministrazione si è riservata la possibilità di procedere con atto datoriale. 

 

Per quanto attiene il punto 3 all’o.d.g., relativo al nuovo Regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche, il Direttore generale delle Risorse umane e del Bilancio, dott. Greco, ha chiarito che, per quanto attiene la previsione di modifica del D.M. 44/2001 (relativo al regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche), si è proceduto alla stesura di un decreto interministeriale, già firmato dal Ministro Fedeli e che sarà sottoposto alla firma del Ministro dell’Economia e Finanze. Tale testo, comunque, come ha precisato l’Amministrazione, è frutto di un costante confronto tra MIUR e MEF e, pertanto, si presume non vi siano ostacoli alla firma dal Ministro dell’Economia.

Non appena firmato, tale decreto, come da procedura, sarà inviato al parere del Consiglio di Stato e sarà successivamente inviato alla registrazione della Corte dei Conti.

E’ intenzione della Direzione generale sollecitare una procedura rapida, in modo da renderlo applicativo già dal 1° gennaio 2018. In tal senso è auspicabile che il testo del decreto interministeriale sia registrato al più presto, al fine di rendere le scuole edotte delle modifiche apportate e consentire il pieno utilizzo a partire da gennaio, con adeguata consapevolezza sia delle modifiche apportate che dei principi ispiratori delle stesse.

Circa i principi e le finalità perseguite, l’Amministrazione, nel dare pratica attuazione al c. 143 della legge 107/2015, che prevedeva una revisione del regolamento, ha seguito i seguenti principi ispiratori:

1    incremento dell’autonomia contabile e semplificazione degli adempimenti amministrativi e contabili;

2    digitalizzazione dei processi e dematerializzazione degli atti;

3    armonizzazione dei sistemi contabili e delle modalità di controllo di convitti ed educandati;

4    potenziamento dei meccanismi di trasparenza e controllo.

Nelle varie, l’Amministrazione ha reso le OO.SS. edotte della nota relativa alla prosecuzione dei servizi esternalizzati di pulizia a seguito della risoluzione della convenzione Consip (nota 9210 del 3/5/2017).

Inoltre, ha comunicato ai sindacati che non è ancora ultimata la procedura di verifica di Funzione Pubblica e Ministero dell’Economia e Finanze, circa il MOF per l’a.s. 2016/2017.

Infine, ha comunicato che le somme relative alle giacenze sui POS delle scuole alla data del 31 dicembre, stanno per essere restituite alle stesse, essendo terminata la procedura di verifica da parte del MEF.

 

La delegazione SNALS-Confsal nel suo intervento ha:

-    espresso netto, forte dissenso per i ritardi nelle procedure di verifica dei CCNI da parte di UCB, Funzione pubblica e MEF;

-    evidenziato che tali lungaggini rischiano di paralizzare l’operatività delle scuole;

-    chiesto di procedere, quanto prima, all’apertura del confronto per il riparto del MOF per l’a.s. 2017/2018, per evitare gli ennesimi ritardi e la paralisi delle istituzioni scolastiche, visto che, a tutt’oggi, relativamente al 2016/2017 le scuole non si sono ancora viste accreditare quanto di competenza per tale anno scolastico, per provvedere ai pagamenti del personale che ha svolto attività aggiuntive e, quasi al termine dall’anno scolastico, non ne ha ancora ricevuto il corrispettivo dovuto.

 

Al termine della riunione, l’Amministrazione, accogliendo le richieste effettuate dallo SNALS-Confsal e dalle altre OO.SS., ha convenuto di indire una riunione per il prossimo 23 maggio, anche per avviare la contrattazione per il MOF a.s. 2017/2018. Pubblicheremo gli aggiornamenti.