Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Mobilità a.s. 2017/2018 - Non ancora fissate le date di presentazione delle domande

Mobilità a.s. 2017/2018 - Non ancora fissate le date di presentazione delle domande

Argomenti trattati: Mobilità, domande, POLIS,
Incontro al Miur 29 marzo

Nel pomeriggio di ieri, 28 marzo 2017, si è tenuto al Miur il previsto incontro con il seguente o.d.g.: “Manuale utente per l’inserimento delle domande in istanze Polis.

Informativa circa la nota di invio del CCNI e dell’OM sulla mobilità”. In realtà la riunione si è tutta incentrata sulla presentazione dei manuali utenti per l’inserimento delle domande in istanze POLIS; alla riunione, tra l’altro, erano presenti i rappresentanti di HP (gestore informatico della procedura di mobilità). Tali manuali, ancora in corso di elaborazione definitiva, saranno pubblicati sulla specifica pagina del Miur, non appena partirà l’operazione di presentazione delle domande. Non è stato ancora possibile conoscere le date previste in quanto a ieri, non era stata ancora completata la verifica congiunta di MEF e Funzione Pubblica sulla ipotesi di CCNI sottoscritta in data 31 gennaio 2017. Come è noto il CCNI potrà essere sottoscritto in via definitiva solo al termine di tale adempimento e dopo il conseguente assenso al completamento della procedura.

L’Amministrazione ha dichiarato che non era possibile ancora fare previsioni attendibili; la nostra e le altre delegazioni sindacali hanno sottolineato che, in tal modo, si rischia di vanificare il risultato di una trattativa serrata e di una sottoscrizione della ipotesi abbastanza tempestiva; hanno, tra l’altro, espresso preoccupazioni per l’inevitabile slittamento delle date di presentazione delle domande e per i conseguenti problemi di avvio dell’anno scolastico. Infatti, se le operazioni di mobilità saranno pubblicate tardi non sarà facile effettuare tutte le altre operazioni relative alle nomine in ruolo e agli incarichi a tempo determinato in tempo utile per dare certezze al personale e garantire il diritto allo studio agli studenti.