Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 07-02-2017 N. 5177 - NOTA MIUR

07-02-2017 N. 5177 - NOTA MIUR

Argomenti trattati: nota ministeriale, Mobilità,
Operazioni propedeutiche all'avvio della mobilità 2017/18

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Direzione generale per il personale scolastico

 

Prot. 5177 07-02-2017

 

 

Ai Direttori degli

Uffici scolastici regionali

LORO SEDI

 

E p.c.

 

- Al Capo di Gabinetto

S E D E

 

- Al Dipartimento per il sistema

educativo di istruzione e formazione

S E D E

 

- Al Dipartimento per la programmazione

e la gestione delle risorse umane,

finanziarie e strumentali

S E D E

 

 

OGGETTO: Operazioni propedeutiche all’avvio della mobilità 2017/18

 

In data 31 gennaio 2017 è stata sottoscritta l’ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo che regola la mobilità del personale della scuola per l’a.s. 2017/18. In attesa della stipula definitiva, si ritiene opportuno segnalare alle SS.LL. la necessità di realizzare alcuni interventi necessari e propedeutici all’apertura delle funzioni per l’invio delle domande di trasferimento da parte degli interessati e l’importanza di una tempestiva programmazione di alcune operazioni che si aggiungono per quest’anno alle normali attività connesse alla gestione di questa procedura.

 

Innanzitutto si segnala che a partire dal prossimo anno scolastico saranno definitivamente attuate le previsioni normative che riguardano la creazione dell’unico organico dell’autonomia scolastica in tutte le istituzioni statali e la modifica delle classi di concorso della scuola secondaria sulla base del D.P.R. 19/16. Pertanto, in tempo utile per la presentazione delle domande di trasferimento, il Gestore del sistema SIDI provvederà, come da nota della D.G.C.A.S.I.S. del 31 gennaio u.s. n. 237, alla riassegnazione in automatico dei docenti della scuola secondaria sulle nuove classi di concorso e su un’unica sede di organico per ciascuna autonomia, fatte salve le sezioni speciali (carcerarie, ospedalieri, sperimentali e per l’istruzione degli adulti).

 

Per rendere possibile tale operazioni le funzioni di anagrafe scuola, relative al dimensionamento, saranno chiuse entro la metà di febbraio secondo le indicazioni della D.G.C.A.S.I.S. e contemporaneamente verranno rese disponibili le funzioni per la definizioni delle singole sedi di organico degli istituti secondari. La funzione che sarà messa a disposizione degli uffici prevedrà un’ipotesi precaricata della sede di organico per ciascuna autonomia, da confermare o variare e consentirà la stampa degli elenchi per la pubblicazione delle sedi individuate. Data l’incidenza di tale operazione sulla mobilità e sugli organici di istituto è opportuno rendere la relativa informativa sindacale. L’individuazione delle sedi di organico dovrà concludersi entro fine febbraio, data oltre la quale tutte le funzioni sia di anagrafe che di fascicolo personale chiuderanno per consentire il passaggio della procedura automatica di modifica della titolarità e di aggiornamento della classe di concorso di ciascun docente della scuola secondaria.

 

Come già comunicato da D.G.C.A.S.I.S. nella nota citata, tale procedura non riguarderà i docenti per i quali codesti uffici avranno nel frattempo acquisito la cessazione definitiva con decorrenza 1/09/2017. Ovviamente sarà poi possibile acquisire altre cessazioni alla riapertura delle funzioni.

 

Prima dell’aggiornamento in parola, o subito dopo la riapertura delle funzioni, ma comunque in tempo utile per l’apertura delle funzioni POLIS per la presentazione delle domande di mobilità, gli Uffici territorialmente competenti dovranno procedere alla verifica dei docenti che risultano attualmente ancora titolari su codice provincia, quindi non su ambito, gli elenchi dei quali verranno forniti a breve a ciascun USR dal Gestore, che fornirà altresì la causale di immissione. La verifica dovrà produrre, per i docenti per i quali si intende procedere alla mobilità d’ufficio o che intendono partecipare alla mobilità volontaria, l’assegnazione dell’ambito rispetto al quale verranno considerati dal sistema durante il movimento. Diversamente per tali docenti non sarà possibile produrre la domanda di trasferimento. Analogamente si dovrà procedere con le operazioni di rientro dal fuori ruolo o di riassegnazione al ruolo di provenienza secondo le consuete tempistiche e le specifiche indicazioni che saranno contenute nell’apposita O.M.

 

Si evidenzia che le operazioni di riposizionamento automatico dei docenti della scuola secondaria sull’unica sede di organico avverranno dopo le operazioni di recepimento dei dimensionamenti scolastici, che pertanto avverranno ancora considerando i precedenti codici sede. Tuttavia, proprio per il successivo adempimento previsto, sono state inibite le funzioni di modifica automatica delle sede di titolarità dei docenti interessati dai dimensionamenti. Si raccomanda pertanto di procedere alle consuete operazioni di modifica di titolarità dei docenti interessati prima della data di chiusura delle funzioni di aggiornamento del fascicolo personale per consentire l’avvio della procedura automatica di variazione.

 

I docenti immessi in ruolo ai sensi dell’art 1 comma 98 lettere b) e c) della legge 107/15 che non hanno ottenuto nel corso della mobilità 16/17 un ambito territoriale di titolarità partecipano alle

operazioni solo tra province diverse, pertanto non dovranno essere modificate le loro attuali posizioni nel fascicolo personale. Verrà comunque fornito agli Uffici territoriali un elenco di tali docenti per la verifica e l’eventuale rettifica, da effettuare poi con apposita A.O.L., delle loro posizioni.

 

Dopo l’aggiornamento automatico delle titolarità le funzioni di anagrafe scuola torneranno ad essere disponibili per la definizione delle catene di prossimità tra le scuole di uno stesso ambito e del medesimo grado di istruzione. Tali catene sono indispensabili, con particolare riguardo per gli ambiti comprendenti comuni diversi, come peraltro già ricordato nella nota di questa Direzione del 5 dicembre 2016 n. 38164, sia per la associabilità delle cattedre a orario esterno sia per la mobilità d’ufficio del personale trasferito. Pertanto dette catene andranno completate dagli Uffici territoriali in tempo utile per la chiusura delle funzioni di acquisizione degli organici e delle domande dei rispettivi ordini di scuola e per la pubblicazione delle stesse prima dell’esecuzione del movimento.

 

Si segnala inoltre che quest’anno prenderanno avvio le operazioni di mobilità professionale per i docenti sino ad ora utilizzati negli insegnamenti caratterizzanti i Licei musicali, stante l’introduzione delle specifiche classi di concorso. Tali operazioni, che verranno gestite autonomamente dai competenti Uffici territoriali, dovranno concludersi in tempo utile per consentire la disponibilità per i movimenti della secondaria di primo grado dei posti liberati da quanti avranno ottenuto il passaggio di ruolo nei licei. Pertanto, presumibilmente entro la metà del mese di maggio p.v. sarà necessario definire gli organici delle specifiche classi di concorso nei licei musicali attraverso l’apposita funzione che sarà messa a disposizione dal SIDI e sarà altresì necessario pubblicare gli esiti dei movimenti in parola. Data la delicatezza delle operazioni di determinazione degli organici delle nuove classi di concorso, che dovranno garantire anche l’immissione in ruolo dei rispettivi vincitori di concorso, si raccomanda di fornire puntuale informativa sindacale. Giova ricordare che, per tale categoria, la percentuale da destinare alle immissioni in ruolo è del 50%, diversamente da quella prevista per tutte le altre classi di concorso che invece è del 60%.

 

Si sottolinea che per l’a.s. 17/18 è prevista un’unica fase del movimento per ciascun ordine e grado di istruzione, pertanto le domande di mobilità andranno convalidate in un unico periodo. Nella considerazione della consistenza delle medesime e della modifica dei punteggi di valutazione del servizio pre ruolo, prevista dall’ipotesi di contratto, si raccomanda di tenere conto, per le operazioni relative alla scuola dell’infanzia e alla scuola primaria, che le rispettive funzioni di acquisizione dell’organico si chiuderanno, come ogni anno, per prime.

 

Con nota successiva, come concordato con le SSLL, verrà inviato il cronoprogramma complessivo di tutti gli adempimenti propedeutici al regolare avvio dell’a.s. 2017/18.

 

Si raccomanda di dare massima diffusione della presente sia agli Uffici territoriali che ai Dirigenti scolastici e si ringrazia per la consueta e preziosa collaborazione.

 

IL DIRETTORE GENERALE

Maria Maddalena Novelli