Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Risorse aree a rischio, forte processo immigratorio e dispersione scolastica: sottoscritto al MIUR il CCNI 2015/2016

Risorse aree a rischio, forte processo immigratorio e dispersione scolastica: sottoscritto al MIUR il CCNI 2015/2016

2-2-17 - Al termine di uno specifico incontro tenutosi al MIUR, è stato sottoscritto, in via definitiva, il "CCNI SUI CRITERI E PARAMETRI DI ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE PER LE SCUOLE COLLOCATE IN AREE A RISCHIO EDUCATIVO, CON FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO E CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PER L'A.S. 2015/2016", sottoscritto, quale ipotesi, in data 18 febbraio 2016

-  CCNI 2/2/2017 firmato (pdf)

-  CCNI 2/2/2017 (versione html)  

Vi comunichiamo che nella mattinata di oggi, 2/2/2017, al termine di uno specifico incontro tenutosi al MIUR, è stato sottoscritto, in via definitiva, il “CCNI SUI CRITERI E PARAMETRI DI ATTRIBUZIONE DELLE RISORSE PER LE SCUOLE COLLOCATE IN AREE A RISCHIO EDUCATIVO, CON FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO E CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PER L’A.S. 2015/2016”, sottoscritto, quale ipotesi, in data 18 febbraio 2016.

Il CCNI sottoscritto oggi, definitivamente, al termine della lunga procedura di verifica prevista dall’art. 40 del D.Lgs. 165/01 e successive modifiche e integrazioni, prevede l’assegnazione di un importo complessivo nazionale, per tali progetti, pari ad euro 18.458.933,00 (importo identico a quello assegnato nell’a.s. 2014/2015), ripartiti tra le varie regioni utilizzando le percentuali di riparto già utilizzate negli anni scolastici precedenti, e confermando i parametri di tipo sociale, economico, sanitario, culturale, nonché quelli relativi alla incidenza della criminalità risultanti all’ISTAT e agli altri istituti competenti e gli indicatori della dispersione scolastica e degli alunni stranieri, già utilizzati ai fini del riparto dell’a.s. 2014/15. Conseguentemente, anche gli importi assegnati alle singole regioni, riportati nell’allegato al CCNI (di cui all'art. 4, co.2, lett. d del CCNL 2006/2009) rimangono identici rispetto a quelli assegnati con il CCNI 2014/2015.

Lo SNALS-Confsal, dopo aver protestato per gli insopportabili ritardi della procedura di verifica, durata quasi un anno, ha chiesto all’Amministrazione di provvedere, con la massima tempestività, all’invio alle scuole degli importi dovuti per i progetti relativi alle aree a rischio per l’a.s. 2015/2016, per consentire finalmente il pagamento delle dovute spettanze al personale interessato, che ha atteso sin troppo tempo.

Sia lo SNALS-Confsal che le altre delegazioni hanno richiesto notizie sulla procedura di verifica della ipotesi di CCNI relativa al MOF per l’a.s. 2016/2017, sottoscritto a giugno 2016.

Il Direttore generale, dott. Iacopo Greco che presiedeva la delegazione di Parte pubblica, ha reso noto che è ancora in corso l’iter di verifica di tale ipotesi di CCNI, legata anche ad una verifica relativa alla ricostruzione del MOF per gli anni scolastici precedenti, ora attuata, essendo stato espresso parere favorevole al fondo per le aree a rischio relativo all’a.s. 2015/2016, comunicato al MIUR  in data 5/1/2017.

La nostra e le altre delegazioni sindacali hanno, altresì, sollecitato il MIUR ad effettuare l’assegnazione alle scuole degli importi del MOF per l’a.s. 2016/2017, a rettifica e integrazione delle assegnazioni provvisorie già effettuate alle scuole. Infatti è stato segnalato alle OO.SS. che alcuni revisori dei conti avrebbero fatto rilievi alle scuole che hanno (a nostro avviso legittimamente), effettuato la contrattazione per l’a.s. 2016/2017, in base alle integrazioni e rettifiche pubblicate dal MIUR (a seguito della ridefinizione dei parametri del MOF per gli incarichi specifici degli ATA), ma non ancora assegnate alle scuole.

L’Amministrazione ha risposto alle organizzazioni sindacali che, viste le verifiche fatte da IGOP e Funzione Pubblica, comunicate nella nota del gennaio 2017, provvederà ad assegnare alle scuole le integrazioni del fondo stesso.

Le OO.SS. hanno, altresì, sollecitato la contrattazione del fondo di cui all’art. 86 del CCNL e hanno preannunciato una richiesta unitaria di incontro su vari argomenti di competenza della Direzione Generale delle risorse umane e del bilancio del MIUR.

Sarà nostra cura tenervi aggiornati.