Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Al via i corsi di specializzazione per le attività di sostegno ai sensi D.M. n. 249/2010

Al via i corsi di specializzazione per le attività di sostegno ai sensi D.M. n. 249/2010

Argomenti trattati: corsi, Sostegno, DM decreto ministeriale,
Emanato D.M.

Vi comunichiamo che, in data 1° dicembre 2016, il Ministro Giannini ha firmato il Decreto n. 948, avente per oggetto: “Disposizioni concernenti l’attuazione dei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno ai sensi del Decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 10/09/2010 n. 249 e successive modificazioni”.

Tale decreto disciplina l’organizzazione dei corsi per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno.

Le prove di accesso per il conseguimento della specializzazione sono riservate ai candidati che possiedano il titolo di abilitazione all’insegnamento per il grado di scuola per cui intendono conseguire la specializzazione per le attività di sostegno.

In base ai contenuti del D.P.R. 25 marzo 2014, che dichiara abilitanti i diplomi di scuola e di istituto magistrale conseguiti entro il 2001/2002, potranno iscriversi ai corsi di sostegno anche i maestri diplomati.

I percorsi previsti dal decreto per l’a.s. 2016/2017 sono istituiti e attivati dagli Atenei, anche in convenzione tra loro, nel limite dei posti autorizzati con D.M. da ciascun Ateneo.

Gli Atenei renderanno noto, entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore del D.M. n. 948, l’offerta formativa relativa ai percorsi di specializzazione, con inserimento nella banca dati del MIUR.

È prevista una valutazione del Coreco, integrato dagli Atenei che hanno presentato l’offerta formativa e dal Dirigente incaricato dall’USR; gli stessi esprimeranno una valutazione sulla congruenza dell’offerta formativa proposta rispetto ai contenuti del D.M. 249/2010 e del DM. 948 dell’1/12/2016.

Tale Parere positivo, qualora acquisito, costituisce presupposto indispensabile per i successivi adempimenti, e sarà inserito nella banca dati dell’offerta formativa.

Il Ministero, viste le delibere del Coreco, e valutato il fabbisogno nazionale, ai sensi del D.M. 249/10, autorizza i percorsi e provvede al riparto del contingente dei posti tra gli Atenei; la Direzione Generale del personale scolastico del MIUR provvederà a comunicare agli UU.SS.RR. il numero dei posti di sostegno, suddivisi tra scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di I grado e II grado.

L’attivazione dei percorsi rappresenta un obbligo per gli Atenei, in presenza di aspiranti inclusi nelle graduatorie di merito nelle prove di accesso.

Il termine dei percorsi attivati, compreso lo svolgimento dell’esame finale, deve essere previsto entro e non oltre il termine dell’anno accademico 2016/2017.

I test preliminari per l’accesso saranno calendarizzati in date uniche per ciascun indirizzo di specializzazione, con decreto del MIUR.

Il calendario delle prove scritte e pratiche sarà pubblicato dalle Commissioni entro 10 gg. dalla pubblicazione del test preliminare; le prove orali inizieranno non prima dei 7 gg successivi alla data il cui il calendario è stato reso pubblico.

Coloro che sono risultati vincitori nelle selezioni per i precedenti corsi di specializzazione, sono ammessi in soprannumero al corso di specializzazione previsto dal D.M., prioritariamente presso lo stesso Ateneo.