Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > Mozione finale consiglio nazionale SNALS-Confsal

Mozione finale consiglio nazionale SNALS-Confsal

Il consiglio nazionale che si è tenuto nei giorni 26/27/28 e 29 ottobre 2015, al termine di un ampio e approfondito dibattito sulla relazione del segretario generale, ha approvato all'unanimità la mozione finale.

Il consiglio nazionale che si è tenuto nei giorni 26/27/28 e 29 ottobre 2015, al termine di un ampio e approfondito dibattito sulla relazione del segretario generale,  ha approvato all'unanimità la mozione finale che riportiamo.

 

PORTOROSE_ 29/10/2015

 

MOZIONE FINALE

Il Consiglio Nazionale dello SNALS-CONFSAL

ascoltata

la relazione del Segretario Generale, Marco Paolo Nigi, centrata sulla situazione complessiva del paese, sulle azioni sindacali e sulle proposte volte al cambiamento delle politiche del personale

l’approva.

Il Consiglio Nazionale, nelcondividere le analisi e le considerazioni illustrate nella relazione introduttiva e nel raccogliere gli esiti del dibattito,

esprime:

· la soddisfazione per gli importanti risultati ottenuti dallo SNALS-CONFSAL nelle elezioni del CSPI e nel rinnovo delle RSU;

· la condivisione sulle azioni di contrasto alla legge 107/2015 che, oltre a non introdurre significativi miglioramenti al sistema educativo italiano, ha determinato elementi lesivi dei diritti del personale, limitazioni alla libertà di insegnamento e invasioni legislative in materia di contrattazione;

· la decisa denuncia dell’esclusione dal piano straordinario delle assunzioni del personale docente della scuola dell’infanzia, del personale ATA e di una vasta tipologia di docenti precari con idonei requisiti, nonché della totale disattenzione nei confronti di tutte le istituzioni educative e del loro personale;

· la necessità di ogni forma di attenzione sulle modalità applicative della legge di riforma e sulla definizione delle materie delegate, i cui provvedimenti legislativi e amministrativi potranno avere significative ricadute sull’intero sistema di educazione e istruzione e sulle condizioni di esercizio della professionalità dei lavoratori;

· la forte convinzione sull’urgenza di rilanciare i temi fondamentali per il progresso del paese: riconoscimento della funzione istituzionale della scuola, centralità di un’istruzione seria, fondamentale per i successivi passaggi formativi e lavorativi delle giovani generazioni, riconoscimento sociale e retributivo dei docenti, di tutto il personale della scuola e delle istituzioni del sapere e della ricerca;

· la totale contrarietà sul metodo adottato dal Governo che si sottrae al confronto democratico e dialettico con le parti sociali e persiste in un atteggiamento di non riconoscimento del ruolo del sindacato, con gravi rischi per la democrazia e la coesione sociale.

Il Consiglio Nazionale condivide la strategia dello SNALS-CONFSAL per consolidare e sviluppare la presenza e le attività sul territorio, anche attraverso una vasta rete di servizi, e della CONFSAL per rafforzare la presenza del sindacalismo autonomo e indipendente nel panorama politico-sindacale italiano ed europeo, soprattutto per quanto riguarda il rispetto dei diritti di informazione e consultazione dei lavoratori del pubblico impiego, come già riconosciuti, con direttiva europea, a quelli del settore privato.

Il Consiglio Nazionale denuncia le insufficienti risorse finanziarie destinate nella legge di stabilità per il 2016 al rinnovo dei contratti del pubblico impiego e le manovre dilatorie del Governo che continua a non ottemperare alla sentenza 178/2015 della Corte Costituzionale e approva la proclamazione della mobilitazione, l’organizzazione di una manifestazione nazionale che, di fronte al persistere nell’atteggiamento di chiusura del Governo, potranno portare alla dichiarazione dello sciopero.

 

 

 

Scarica la App Scuola SNALS !!!

 

Apple

IOS: http://goo.gl/ggNHXk