Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 80 mila supplenti annuali nell'O.F. andrebbero equiparati all'O.D., con l'immissione in ruolo - Il Segr. Gen. SNALS sul GR1 Rai

80 mila supplenti annuali nell'O.F. andrebbero equiparati all'O.D., con l'immissione in ruolo - Il Segr. Gen. SNALS sul GR1 Rai

80mila supplenti annuali nell'organico di fatto che andrebbe subito equiparato all'organico di diritto, con l'immissione in ruolo. Ma i precari sono molti di più...

80 mila supplenti annuali nell’O.F. andrebbero equiparati all’O.D., con l’immissione in ruolo -
Il Segr. Gen. SNALS-Confsal sul GR1 Rai

Nel GR 1 di oggi, 4/03/2015, delle  h 13,00, è andato in onda un servizio condotto dalla giornalista Arianna Voto che ha riferito sul tema della scuola affrontato, sommariamente, nel Consiglio dei Ministri di ieri, 3 marzo, poichè l’esame dettagliato della riforma è stato rinviato alla prossima riunione del CdM, previsto per martedì 10/3 p.v.. La giornalista comunica che, dopo la decisione del Governo di optare per un disegno di legge al posto dell’ipotesi di decreto, i Sindacati auspicano l’apertura di un tavolo contrattuale e chiedono assicurazioni soprattutto rispetto all’assunzione dei precari. Per cui ha ascoltato dapprima il Segretario Generale della CISL Scuola, Francesco Scrima e poi il Segretario Generale dello SNALS-Confsal, Marco Paolo Nigi.

Scrima riferisce che all’interno del Decreto Legge ci sono argomenti che sicuramente non potevano essere disciplinati con un decreto perché non avevano carattere di necessità e urgenza, e che affrontavano problemi ordinamentali, di orario di lavoro o di tipo contrattuale. Continua dicendo che ciò che si chiede al Governo è di mantenere gli impegni assunti per quanto riguarda il personale precario  e di trovare lo strumento adatto.

La cronista continua dicendo che per i sindacati lo strumento più adatto sarebbe il decreto. Anche se, citando le dichiarazioni del Min. del Lavoro Poletti, “La via maestra è quella parlamentare”, ma per assicurare le assunzioni entro settembre non esclude altri strumenti.

La giornalista riferisce, poi, che - secondo quanto spiegato da Nigi - ci sono 80 mila supplenti annuali nell’organico di fatto delle scuole che andrebbe subito equiparato all’organico di diritto, con l’immissione in ruolo. “Ma i precari - aggiunge Nigi - sono molti di più”.

Nigi spiega che per annullare le graduatorie ad esaurimento ci vogliono le immissioni a tempo indeterminato di 170mila persone. Il Governo però vuole immetterne 148mila, e gli sembra un bel balzello di cifre. Il Segretario Snals continua dicendo che certamente non si è contrari alle immissioni in ruolo, ma bisogna vedere come vengono immessi quei 148mila: se viene tolta l’anzianità a tutti, e cioè viene tagliato lo stipendio a tutti, allora sì che non si è più d’accordo.

 

Il servizio è riascoltabile sul sito della RAI, intorno al minuto 14.40, all’indirizzo:

http://www.rai.it/dl/grr/edizioni/ContentItem-b705274c-34a7-4af5-8a02-dcbd9c6222e7.html.