Inserisci parola chiave:                      Ricerca Avanzata

  • Home > 25-09-2013 N. 6352 Ordinanza Consiglio di Stato

25-09-2013 N. 6352 Ordinanza Consiglio di Stato

Sentenza del TAR ABRUZZO - L'AQUILA: SEZIONE I n. 710/2013, resa tra le parti, concernente mancata ammissione alle prove orali del concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici

N. 03718/2013 REG.PROV.CAU.

N. 06352/2013 REG.RIC.           

 

REPUBBLICA ITALIANA

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Sesta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 6352 del 2013, proposto da:

 

Maria Teresa Vitale, Marcello Masci, Giliberto Marimpietri, Roberta Martorella, Silvia Fusco, Mirella Orlandi, Ferdinando Mazza, rappresentati e difesi dagli avv. Pierpaolo Salvatore Pugliano e Federico Tedeschini, con domicilio eletto presso Federico Tedeschini in Roma, largo Messico, 7;

 

contro

Davide Angrilli, Silvia Barracchini, Barbara Bernardone, Maura Bonanni, Maria Orsola Boschiero, Sabrina Brandiferro, Antonio Domenico Caruso, Costantina Chessa, Ada Ciampini, Paola Silvana Cianciosi, Mariano Cifone, Benedetta Colella, Daniela Colella, Domenica Coletti, Brigida Cristallo, Anna Maria De Arcangelis, Rosanna De Nobile, Maria De Sanctis, Ernesta De Simone, Liliana De Vincentiis, Raffaella Giovanna Maria Dell'Erede, Rosanna Di Bernardino, Emanuela Di Fabio, Tiziana Di Fabio, Anna Rita Di Paolo, Nicola Faraone, Rita Fazio, Marina Fiacchi, Elisabetta Filograsso, Cristina Freund, Rossana Gentilini, Annelisa Giansante, Concetta Maria Giuliante, Nadia Graziani, Maria Italia, Cinzia Lely, Roberta Leone, Elvira Mancini, Maura Massari, Giovanni Mastronardi, Alessandra Camilla Medoro, Remo Michelangeli, Pamela Nardicchia, Manuela Nerone, Fabiola Ortolano, Maria Pacchione, Elvira Pagliuca, Nicla Pantoli, Gabriella Paolucci, Tiziana Patriarca, Floriana Peracchia, Fausta Pietrolungo, Giuseppina Pimpini, Maria Cristina Proia, Pasqualina Quaglieri Tonelli, Carlo Quartapelle, Sabatino Quieti, Ines Ricci, Antonino Scutti, Francesca Tempesta, Manuela Trapasso, Pietro Trematore, Margherita Trua, Maria Emilia Uras, Livia Valletta, Margherita Verratti, Paola Visone, Maria Paola Valeria Zaino, Paola Zolfo, Antonella Zuccarini, rappresentati e difesi dall'avv. Roberto Colagrande, con domicilio eletto presso Roberto Colagrande in Roma, viale Liegi 35 B.;
Laura Caronna, Giorgio Colantonio, Francesco Di Girolamo, Assunta Fusco, Federica Lizzi, Valeria Maiorani, Colomba Mazza, Carlo Niscola, Rossana Petricola, Lucia Sinibaldi, Giuseppina Volpe;
Ministero Dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, in persona del Ministro legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato, presso i cui uffici domicilia in Roma, via dei Portoghesi, 12;

nei confronti di

Achille Volpini, Maristella Fortunato, Elena Marullo, Antonella Sanvitale, Sandra Renzi, Ivana Marroncelli, Daniela Marsibilio, Maria Venuti, Pierluigi Bandiera, Monica Di Marcello, Sabrina Del Gaone, Adriana Pisciella, Angela Pallini, Paola Angeloni, Rossella Rodorico, Irene Frida Consiglia Vizzarri, Mauro Scorrano, Nicoletta Paolini, Giuliano Perilli, Angela Mancini, Emanuela Salvischiani, Giovanna Maria Santini, Raffaella Cocco, Daniela Morgione, Angela Potenza, Fabiana Iacovitti, Daniela Bianco, Carlo Cappello, Angela Serafini, Emilia Galante, Fausta Vivarelli, Silvia Recchiuti, Maria Letizia Fatigati, Silvana Romeo, Ester Castaldo, Clara Moschella, Grazia Angeloni, Agata Nonnati, Maria Grazia Angelini, Anna Elisa Barbone, Vincenza Medina, Antonella Conio, Liberata Colanzi, Gabriella Liberatore, Renzina Ciocca, Alessandro Battistella, Maria Pia Lentinio, Eleonora Magno, Simona Marinelli, Mariella Centurione, Maria Teresa Marsili, Daniela Massarotto, Iside Lanciaprima, Maria Assunta Michelangeli, Patrizia D'Ambrosio, Marco De Marinis, Maria Paola De Angelis, Eleonora Dell'Oso, Rossella Di Donato, Rosanna D'Aversa, Nadia Di Gaspare, Manuela Divisi, Patrizia Corazzini, Serenella Ottaviano, Stefania Petracca, Domenica Pagano, Angela Pizzi, Anna Orsatti, Antonella Pupillo, Caterina Provvisiero, Barbara Rastelli, Adriana Sigismondi, Michela Terrigni, Lia Valeri, Nicoletta Del Re, Anna Paola Sabatini, Teresa Ascione, Alessandra Di Pietro, Mirella Spinelli, Concetta Delledonne, Giovanna Falconi, Maria Chiara Marola;

per la riforma

della sentenza del T.A.R. ABRUZZO - L'AQUILA: SEZIONE I n. 710/2013, resa tra le parti, concernente mancata ammissione alle prove orali del concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici

 

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visto l'art. 98 cod. proc. amm.;

Visti gli atti delle parti costituite;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Vista la domanda di sospensione dell'efficacia della sentenza del Tribunale amministrativo regionale di accoglimento del ricorso di primo grado, presentata in via incidentale dalla parte appellante;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 24 settembre 2013il Consigliere di Stato Giulio Castriota Scanderbeg e uditi per le parti l’avvocato Pugliano, l’avvocato Colagrande e l’avvocato dello Stato Pisana;

Considerato che l’appello appare prima facie munito di fumus boni iuris, non risultando condivisibili i rilievi del giudice di primo grado in ordine ai motivi di illegittimità della procedura concorsuale di che trattasi dedotti a proposito della ripetuta sostituzione di alcuni componenti della commissione d’esame ;

considerato, quanto al periculum in mora, che appare prevalente, in questa fase cautelare, l’interesse della Amministrazione scolastica alla finalizzazione, con la nomina dei vincitori, della procedura selettiva al fine di garantire, con la cessazione della nomina dei soggetti reggenti, il regolare funzionamento degli istituti scolastici;

considerato, quanto alle spese della presente fase cautelare, che ricorrono i presupposti per far luogo alla compensazione tra le parti delle spese e delle competenze della presente fase cautelare;

P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) accoglie l'istanza cautelare (Ricorso numero: 6352/2013) e, per l'effetto, sospende l'esecutività della sentenza impugnata.

Spese della presente fase cautelare compensate.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 24 settembre 2013con l'intervento dei magistrati:

Giuseppe Severini, Presidente

Maurizio Meschino, Consigliere

Vito Carella, Consigliere

Claudio Contessa, Consigliere

Giulio Castriota Scanderbeg, Consigliere, Estensore

 

   

L'ESTENSORE

 

IL PRESIDENTE

 

   

 

DEPOSITATA IN SEGRETERIA il 25/09/2013

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)